Land Rover vince in Cina: sentenza storica contro la copia della Evoque

La Corte di Pechino dà ragione a Land Rover: la Landwind X7 è troppo simile ad Evoque, Jangling condannata al risarcimento

27 marzo 2019 - 11:22

Risale a pochi giorni fa la decisione della corte distrettuale di Chaoyang, Pechino, di condannare la società cinese Landwind per concorrenza sleale: questa infatti avrebbe copiato deliberatamente almeno cinque tratti distintivi unici della Range Rover Evoque, del gruppo JLR, inducendo in confusione i consumatori.

BLOCCO IMMEDIATO PER LA X7

La controversia inizia nel 2015, quando la casa automobilistica cinese presenta al Salone dell’automobile di Guangzhou la sua Landwind X7. A quel punto, Jaguar Land Rover intenta una causa, ritenendo la X7 una copia della sua Evoque, uno dei Suv iconici della società inglese. I giudici di Pechino, chiamati a deliberare sul caso, hanno decretato in favore di JLR, stabilendo che Landwind ha copiato cinque tratti di stile unici propri della Evoque prima serie. La sentenza ha quindi imposto il blocco immediato di produzione, pubblicità e vendita della X7, e in più un risarcimento che la casa orientale dovrà versare alla casa d’oltre Manica.

UNA SENTENZA SENZA PRECEDENTI

In passato sono state portate avanti svariate cause contro società e gruppi imprenditoriali cinesi, accusati di concorrenza sleale. Le corti della Repubblica Popolare tuttavia sono sempre state di manica larga con i marchi locali: si ricorda per esempio il caso della Great Wall Peri, quando i giudici ritennero che l’utilitaria sinica non fosse abbastanza simile alla Fiat Panda per poter emettere una condanna. La soddisfazione di JLR infatti è grande, come apprendiamo dalle parole di Keith Benjamin (Global Head of Legal di JLR): “Prendiamo atto con soddisfazione di questa decisione della Corte di Pechino, che rafforza la nostra fiducia negli investimenti effettuati in Cina e nell’equità dei giudizi sulla proprietà intellettuale dei giudici cinesi.”

COPIATA DALLA EVOQUE

Comparando le due auto, ci si fa subito un’idea delle similarità. Già a partire dalle dimensioni la X7 ricalca fondamentalmente quelle della Evoque, essendo 5 cm più lunga, 1 cm più larga e identica in altezza. Guardando poi nel dettaglio, si nota come in entrambe le Suv siano presenti gruppi ottici frontali rastremati che si inseriscono nel passaruota, cristalli laterali che si restringono posteriormente per effetto dei montanti e una sottile mascherina. Inoltre, nonostante l’aggiornamento della X7 nel 2017, che le ha dato dei profili più taglienti e un nuovo motore turbo 1.5 da 162 CV, le due vetture non smettono di somigliarsi parecchio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023