La Formula E sbarca a Roma. Ecco un giro di pista in anteprima [VIDEO]

Tra pochi giorni il Campionato del Mondo di Formula E farà tappa nella Capitale. Ecco tutti i segreti in un giro al simulatore

6 aprile 2018 - 17:04

Finalmente ci siamo. Tra pochi giorni il Campionato del Mondo di Formula E sbarcherà per la prima volta in Italia, con la tappa a Roma il prossimo 14 aprile. Uno dei campionati più attivi degli ultimi anni, giunto alla sua quarta edizione, e che si disputa a bordo di monoposto disegnate dall'italiana Dallara e dotate esclusivamente di un propulsore elettrico – qui tutti nostri approfondimenti sulle auto elettriche. Quella di Roma è una delle gare più attese, grazie all'incredibile cornice che la città Eterna offre, per questo in tanti, addetti ai lavori e non, erano curiosi di conoscere ancora meglio il layout della pista, che finalmente ci viene mostrato in modo molto preciso attraverso un giro al simulatore. Una pista complicata, che presenta tratti estremamente lenti con altri più veloci e tecnici. Andiamo a scoprirla.

UN CAMPIONATO CHE STA CRESCENDO Quello disegnato nel quartiere EUR di Roma, è uno dei tracciati più lunghi mai presenti nel calendario del Campionato del Mondo di Formula E. 2.860 metri, 33 curve e diversi cambi di pendenza che metteranno a dura prova i 20 piloti che partecipano a questa stagione – fortunatamente non dovranno evitare le iconiche buche delle strade della Capitale. Tra i venti anche l'italiano Luca Filippi, pilota del team NIO Formula E, insieme a tanti altri piloti ex Formula 1, come Sebastien Buemi, Nick Heidfeld, Jean-Eric Vergne e molti altri. Tanti anche i Marchi in pista, con Renault, DS Racing, Jaguar e Audi. Dopo una piccola introduzione, andiamo in pista con un giro del circuito di Roma.

PRIMO TRATTO STRETTO E COMPLICATO I romani certamente riconosceranno la zona di partenza, il celebre obelisco di piazza Marconi, su via Cristoforo Colombo. Una delle strade più rinomate della Capitale, che la collegano dal centro fino al mare. Nonostante il clima prettamente autunnale, i piloti non proseguiranno a lungo la loro corsa verso Ostia, ma svolteranno dopo un secco tornante verso il Roma Convention Center, un tratto estremamente tecnico e complicato, sia per la larghezza della pista, sia per le curve che disegnano questo tratto che finisce con due chicane che portano al passaggio davanti al Palazzo dei Congressi. Qui si trova anche la pit lane, che sarà animata per i pit stop e cambi auto – in Formula E a differenza di altre competizioni, non si cambiano le sole gomme, ma l'intera auto.

SECONDO TRATTO PIÙ VELOCE Dopo il primo tratto tecnico si entra nella zona più veloce del circuito, giù lungo il parco del Ninfeo e un'altra istituzione “romana”, il Luneur Park. Probabilmente sarà questo il tratto più attivo durante la gara, viste le alte velocità che si possono raggiungere e la sede stradale leggermente più ampia. Poi si sale verso il Palazzo della Civilità, anche noto come Colosseo Quadrato. Altro tratto tecnico ed estremamente veloce, prima di ricongiungersi, con un'altra bella chicane, alla Cristoforo Colombo concludendo così il nostro giro.

NON SOLO AZIONE IN PISTA Una gara e un circuito nel cuore della città, così come vogliono gli organizzatori, che portano il motorsport ecosostenibile il più vicino possibile agli appassionati – per tutte le news riguardo la mobilità sostenibile non perdere i nostri approfondimenti. I fan sono al centro dell'esperienza nei week end di Formula E, con tante iniziative, come quella che andrà in scena nella Gaming Zone all'interno dell'Allianz E-Village, dove i tifosi potranno mettersi alla prova con i simulatori offerti dalla Formula E. I migliori quattro sfideranno quattro piloti ufficiali subito dopo la sessione di qualifiche. Le ultime parole le lasciamo a Renato Bisignani, Direttore Comunicazione Formula E: “Il circuito cittadino dell'Eur sarà una sfida emozionante per i nostri piloti, che affronteranno curve più lente e tecniche, insieme ad altre più veloci, in grado di esaltare le qualità della loro guida. Una combinazione di elementi che darà vita ad un tracciato unico nel suo genere, in uno degli scenari più suggestivi di tutto il nostro campionato e che solo Roma è in grado di offrire”.

1 commento

SicuraAUTO.it
9:06, 9 aprile 2018

Ciao Luca.
Hai ragione, la situazione buche a Roma è molto grave. Per questo il Comune si è attivato con un piano molto organizzato, lo trovi a questo link:

Emergenza strade a Roma, scende in campo la macchina tappa buche

Buona giornata!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Airbag difettosi: un nuovo caso coinvolge 6 Costruttori auto negli USA

Genitori tassisti in UK: il 66% guida 3 ore la settimana solo per i figli

Non dissetarsi alla guida fa sbagliare come bere alcolici