Jeep Wrangler, aggiornamenti ed un nuovo motore per la fuoristrada americana

La storica Jeep Wrangler sbarca a Francoforte con una nuova versione aggiornata, che racchiude un nuovo motore a benzina più parco nei consumi

28 settembre 2011 - 9:00

Non poteva mancare al Salone di Francoforte il nuovo motore V6 Pentastar del Gruppo Chrysler, che fa il suo debutto ufficiale all'interno della Jeep Wrangler, la storica fuoristrada della Casa americana. L'off-road più popolare degli Stati Uniti vanta ora un'ottimizzazione del telaio atta ad incrementare il confort di marcia ed un motore più “pulito” ed efficiente.

EVOLUZIONE PROGETTUALE – La pluriennale esperienza tecnica sviluppata da Jeep nel corso del tempo, non viene mai stravolta con nuovi modelli, bensì modificata ed evoluta, senza mai cambiare però il concetto di base delle proprie vetture. Ed anche in questo caso, nel presentare la versione aggiornata della popolare Wrangler, la Casa mantiene inalterata la soluzione: telaio a longheroni, sospensioni anteriori e posteriori a cinque punti di ancoraggio, assali rigidi e bloccaggi elettronici dei differenziali. Le modifiche riguardano soprattutto l'ottimizzazione dell'assetto telaio, necessaria per incrementare la silenziosità a bordo, ed in secondo luogo la nuova calibrazione delle sospensioni, utile per migliorare le prestazioni di sicurezza su strada ed in fuoristrada. La maggiore silenziosità all'interno dell'abitacolo è anche il risultato di interventi apportati al sistema di supporto del gruppo propulsore, della migliore insonorizzazione della protezione ignifuga che isola il vano motore dal comparto passeggeri e dell'introduzione di un inedito rivestimento isolante a protezione del motore. Importante precisare che tutte le nuove parti accessorie sono installate direttamente sul nuovo propulsore 3.6 Pentastar senza l'utilizzo di staffe. In questo modo, tutti i componenti, inclusi la pompa del servosterzo, l'alternatore ed il compressore dell'impianto di climatizzazione risultano saldamente ancorati al basamento, assorbendo meglio le vibrazioni, con ulteriore riduzione della rumorosità.

MOTORI – La vera novità di questo modello è rappresentata dal nuovo propulsore V6 da 3,6 litri “Pentastar” a benzina, in grado di migliorare sensibilmente la dinamica di marcia ed il comfort di guida su strada, promettendo “consumi ridotti” e maggiore agilità in qualsiasi condizione (sia in strada che in fuoristrada). Compatto e leggero, il nuovo V6 Pentastar è un propulsore in alluminio che vanta una riduzione di peso di oltre 40 kg rispetto al precedente motore V6 da 3,8 litri con monoblocco in ghisa. Il nuovo motore, secondo quanto dichiarato, risulta estremamente silenzioso e presenta un monoblocco in alluminio pressofuso ad alta pressione, con cilindri alesati in ghisa e testate in alluminio. Prodotto nello stabilimento di Trenton in Michigan (USA), è stato progettato per soddisfare tutte le future normative sulle emissioni presenti nei diversi mercati del mondo, riuscendo a soddisfare le normative Euro 5. Sulla nuova Jeep Wrangler viene poi proposto, in abbinamento al 3,6 litri, un nuovo cambio automatico a cinque rapporti, particolarmente utile nell'incrementare il confort di guida. L'accoppiata motore Pentastar e nuovo cambio automatico permettono di raggiungere una potenza di 284 CV (209 kW) ed una coppia di 347 Nm (i valori di giri non sono ancora stati dichiarati), assicurando migliori prestazioni nella guida su strada, permettendo un incremento di una potenza superiore del 42%, una coppia maggiore del 10% e consumi inferiori del 5% nel ciclo combinato, rispetto al precedente 3.8 benzina. A fianco della nuova unità a benzina, rimane confermata la presenza del turbodiesel da 2,8 litri, il primo motore in casa Jeep dotato di tecnologia Stop/Start per la riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, capace di sviluppare una potenza di 200 CV (147 kW) e di erogare una coppia massima di 410 Nm a 2000 giri/min sulle versioni dotate di cambio manuale, mentre si arriva a 460 Nm a 2000 giri/min nel caso dell'abbinamento cambio automatico a cinque rapporti. In definitiva, nonostante gli sforzi fatti da parte della Casa, rimaniamo sempre del parere che motorizzazioni a benzina di tali cilindrate mal si prestano alle esigenze quotidiane, soprattutto in termini di consumi di carburante ed emissioni, rimane pertanto auspicabile puntare ai modelli dotati del motore a gasolio, più parco e dotato di maggiore coppia.

TRASMISSIONI – In base alla motorizzazione e alla versione scelta, la Jeep Wrangler prevede ora due sistemi di trasmissione: il cambio manuale a sei marce ed il nuovo automatico a cinque rapporti (in Italia l'unica configurazione disponibile con il nuovo V6 da 3,6 litri). Nello specifico il nuovo cambio automatico a cinque rapporti (denominato dalla Casa A580), assicurerebbe maggiore efficacia nella scelta delle marce e fluidità negli inserimenti, grazie al maggior numero di innesti consente al motore di lavorare ad un più efficiente regime di giri e di ridurre, al tempo stesso, i consumi. Il maggior numero di rapporti permetterebbe inoltre al propulsore di mantenersi sui valori massimi della curva di coppia, con un conseguente aumento delle performance in condizioni di ripresa. Inoltre, grazie ad una prima marcia con un più elevato rapporto di riduzione, la nuova Wrangler assicura capacità fuoristradistiche migliori, garantite attraverso il maggiore valore di coppia disponibile alle ruote. Interessante il dispositivo Electronic Range Select, di serie sulle versioni automatiche, che prevede la possibilità di scegliere tra la modalità completamente automatica o quella manuale sequenziale attraverso lo spostamento della leva verso destra o sinistra. Sulla nuova Wrangler, anche il cambio manuale a sei rapporti (denominato dalla Casa NSG 370) ha subito alcuni importanti aggiornamenti, nello specifico è stato dotato di una nuova scatola frizione, volano e disco frizione ammortizzato. Infine, un dato interessante è dato dalla capacità di traino: che a seconda delle versioni può arrivare fino ai 2500 kg.

ALLESTIMENTI E DOTAZIONI – LA Jeep Wrangler sarà proposta come sempre in versione a 2 e 4 porte (denominata Unlimited), in alcuni allestimenti sarà poi possibile guidare all'aria “aperta”, rimuovendo la parte superiore del tetto (in queste versioni è importante sottolineare la presenza di un rollbar specifico). Per entrambe le versioni rimangono disponibili tre diversi allestimenti: Sport, Sahara e Rubicon (In Italia la versione a 4 porte, Jeep Wrangler Unlimited, è disponibile esclusivamente negli allestimenti Sahara e Rubicon). Le versioni Sport e Sahara dispongono di ottimi assali, sia all'anteriore che al posteriore, oltre ad un raffinato sistema di trazione integrale part-time Command-Trac, dotata di specifiche rapportature a marce ridotte. La versione Rubicon, anch'essa con trazione integrale, è progettata invece per gli usi ed i percorsi più impegnativi, monta assali ad alta resistenza sia sull'asse anteriore che su quello posteriore, disponendo inoltre del riduttore off-road Rock-Trac, con marce ridotte caratterizzate da un maggior rapporto di riduzione. Sono poi presenti i bloccaggi elettronici dei differenziali anteriori e posteriori Tru-Lock ed il sistema di disconnessione elettronica della barra stabilizzatrice, che consentono di affrontare nella massima sicurezza il fuoristrada più estremo. Sebbene questi dispositivi rappresentino delle dotazioni specifiche, è di rigore sottolineare che la presenza di ausili alla guida di tale genere costituiscano in qualsiasi caso un sistema di sicurezza attiva, sempre utile in qualsiasi condizione di marcia. Sulle nuove versioni dotate del nuovo propulsore V6 Pentastar, è stato infine ottimizzato il sistema di controllo elettronico della stabilità ESP. Per concludere, la commercializzazione dei nuovi modelli sul mercato italiano è prevista all'inizio del primo trimestre 2012.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo

CO2: investimenti dei Costruttori impattano più dei Petrolieri