Incidenti stradali: nei weekend sono in calo

Secondo i dati della Polizia stradale relativi relativi all'incidentalità del fine settimana, nei primi sei mesi dell'anno c'è un calo

22 luglio 2013 - 7:00

Visto che gli incidenti stradali sono sempre numerosi, non si può certo parlare di buona notizia. Comunque, tutto sommato, non è negativo il fatto che – nei primi sei mesi del 2013 – i sinistri siano in calo nei weekend.

SOLO NEI FINE SETTIMANA – In questo caso, è bene ricordarlo, la statistica presa in esame dall'Asaps, riguarda sol i fine settimana. Nei primi sei mesi del 2013, i dati della Polizia stradale evidenziano un andamento ancora positivo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Con una netta inversione di tendenza anche per gli incidenti mortali di chi va in moto. I dati sono riferiti ai soli rilievi effettuati dalla Stradale e dai Carabinieri, ossia fuori città. Restano esclusi i dati della Polizia locale e delle Assicurazioni, secondo cui gli incidenti sono sempre molto più numerosi rispetto alle statistiche fornite dall'Istat, che si basano sui numeri di Stradale e Carabinieri.

LE CIFRE IN DETTAGLIO – Il numero degli incidenti, 16.686, è diminuito rispetto ai 17.297 scontri dello stesso semestre del 2012, con un calo di 611 sinistri pari a un -3,5%. Il numero dei feriti è passato da 13.257 a 12.250, con 1.007 ingressi in meno in ospedale, pari a un -7,6%. Le vittime sono passate dai 482 del 2012 a 419 nel primo semestre del 2013 (-13,1%). Occhio però: per quanto riguarda la mortalità notturna, si è passati da 128 decessi nel primo semestre del 2012 a 154 nel 2013 con 26 vittime in più e un preoccupante +20,3%. E le due ruote? Nel 2013 si sono registrati 105 incidenti mortali, contro i 168 dell'anno scorso, con un decremento del 37,5%.

QUALI CAUSE – È difficile capire perché gli incidenti abbiano subito un lieve calo nei primi sei mesi del 2013 sull'analogo periodo del 2012. Comunque, a incidere può essere stata la crisi, che spinge a usare meno la macchina (ossia a consumare meno benzina e a pagare meno pedaggi autostradali). Qualche merito possono averlo anche i controlli anti-alcol da parte delle Forze dell'ordine, così come i continui richiami a favore della sicurezza stradale. Non resta che attendere le statistiche del secondo semestre 2013, da incrociare – è sempre meglio – coi dati al di fuori dei weekend e dentro le città.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP