Incidente in auto? Hai giocato troppo ai videogames

Usare i videogames migliorerebbe la capacità di concentrarsi e la prontezza di riflessi rendendo però più spregiudicati nella guida

17 gennaio 2012 - 8:00

La ricerca condotta da Continental rileva che, chi gioca con i videogames sarebbe più incline a passare con il rosso, provocare incidenti e fare manovre errate. Chi non ci gioca invece avrebbe più difficoltà a superare gli esami di guida.

UNA RICERCA SINGOLARE – Viene da chiedersi cosa abbia spinto la Continental a spendere tempo e denaro per fare una ricerca del genere i cui risultati sono piutto singolari. Ad ogni modo i dati parlano chiaro: guidare un'auto nei videogames di guida non rende piloti provetti, anzi, peggiora il modo in cui intendiamo la guida perché, fondamentalmente, nei giochi possiamo distruggere l'auto, mantenere velocità folli ed in alcuni casi fare gare clandestine in città, passare con il rosso, investire i pedoni, essere inseguiti dalla polizia senza conseguenze. Da questi comportamenti deriverebbe, secondo Continental, una guida nel mondo reale più spregiudicata con maggiore probabilità di incidenti e predisposizione a trasgredire le regole. Le persone che usano i videogames sarebbero inoltre molto nervosi alla guida e verrebbero spesso fermati dalle forze dell'ordine. Tutto questo per una “eccessiva sicurezza” assunta nel gioco e riportata nelle nostre strade dove, la fisica e le conseguenze sono sicuramente diverse.

ASPETTI POSITIVI – La stessa ricerca rivela però che l'uso dei videogiochi accentuerebbe positivamente alcune capacità derivanti dal corretto utilizzo dei video game come la capacità di concentrazione e la prontezza dei riflessi. Tim Baley, esperto in sicurezza per Continental che ha condotto lo studio ha dichiarato: ''se è vero che gli appassionati di videogiochi dimostrano di avere maggiori capacità e sicurezza al volante, al tempo stesso essi dimostrano di aver bisogno di bilanciare una forte propensione al rischio. Cimentarsi nei giochi alla guida significa migliorare la concentrazione e il tempo di reazione ma, al tempo stesso, essere piu' esposti ai rischi, rispetto a coloro che non giocano''.

COSA PENSANO I DIRETTI INTERESSATI? – Il 20% degli intervistati ritiene che l'utilizzo dei videogiochi di simulazione aiutino nella guida e piu' del 50% si sentirebbe in grado di insegnare ad un principiante, contro il 21% dei non giocatori. Soltanto il 16% del campione crede che giocando con simulatori di guida si diventi piloti più abili, mentre 4 su 10 ritengono che i videogiochi rendano più spericolati alla guida e solo il 7% dei guidatori crede che i giochi aiutino a diventare più attenti nella vita reale e valutare meglio i rischi della guida nel mondo reale. Il dato statistico, invece, dice che chi non si è mai cimentato nella guida virtuale fa più fatica a superare gli esami della patente e causa il doppio degli incidenti al proprio veicolo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP