Incidente con veicoli senza assicurazione: ci pensa AXA con Protezione auto

La nuova Garanzia auto di AXA copre i danni provocati da veicoli non assicurati. Scopri come funziona la polizza contro chi viaggia senza Rca

4 maggio 2016 - 9:00

Al via la nuova offerta Auto firmata AXA Italia: comprende la garanzia per proteggersi in caso di sinistro causato da un veicolo senza copertura assicurativa e un'assistenza stradale su misura. Ora, le soluzioni proposte attraverso i canali agenziale e bancassicurativo (rispettivamente di AXA Assicurazioni e AXA MPS) vantano garanzie e caratteristiche innovative sul mercato italiano, come la Garanzia veicoli non assicurati e l'Assistenza Plus, il tutto abbinato a una massima possibilità di personalizzazione del prodotto.

LA PRIMA POLIZZA Grazie alla Garanzia veicoli non assicurati, AXA Italia protegge i propri clienti anche in caso di sinistro causato da uno dei circa 4 milioni di veicoli che circolano senza copertura assicurativa, rimborsandoli immediatamente per il danno subìto. Infatti, la vittima del sinistro, una volta che si trova di fronte l'altro automobilista, responsabile dell'incidente, anche se fa la constatazione amichevole tramite Modulo blu, non riesce ad avere il risarcimento. In quanto il colpevole dell'impatto non è assicurato: deve allora sorbirsi la trafila burocratica per ottenere il rimborso, rivolgendosi al Fondo di garanzia vittime della strada, come spieghiamo qui. Invece, con questa polizza AXA, si ha comunque l'indennizzo.

LA SECONDA POLIZZA L'altra novità, Assistenza Plus, attribuisce un grande valore all'assistenza su strada. In caso di incidente o fermo macchina, infatti, con questa garanzia si può scegliere tra diversi servizi, come la richiesta di un veicolo sostitutivo o di ricevere l'auto direttamente a casa una volta effettuato l'intervento di riparazione, fino a un massimale di 1000 euro. La compagnia contribuisce al rimborso delle spese anche per il ripristino degli airbag, per la sostituzione delle chiavi dell'auto, per il danneggiamento dei bagagli, per la duplicazione della patente, o, ancora, per il danno a un box di proprietà in seguito a un incendio. Inoltre, grazie a Drive Box, la scatola nera installata direttamente sul veicolo, in caso di incidente, la centrale operativa AXA rileva il sinistro e contatta subito il cliente per verificare le sue necessità e, in caso di mancata risposta, invia in automatico i soccorsi. 

PREZIOSE INFORMAZIONI Ma SicurAUTO.it è andato oltre, volendo approfondire la questione. Abbiamo chiesto alla compagnia perché mai, esistendo già il Fondo garanzia vittime della strada, un automobilista dovrebbe assicurarsi con la speciale polizza AXA. La risposta è che, almeno stando all'assicurazione, quel contratto in più garantisce certezza e velocità nella riparazione del danno materiale al veicolo e l'indennizzo dell'eventuale lesione fisica, evitando all'assicurato l'iter burocratico e amministrativo nel quale incorrerebbe se facesse richiesta attraverso il Fondo. Per la riparazione del danno al veicolo è necessario rivolgersi a una delle carrozzerie convenzionate con AXA (una sorta di riparazione in forma specifica, cui le assicurazioni mirano da tempo, come leggete qui), “i tempi per l'assicurato di tornare in possesso della sua auto sono veramente veloci”, dice la compagnia. Per quanto riguarda l'indennizzo per danni fisici, è necessario attendere i tempi di guarigione e consolidamento dell'eventuale invalidità. Il risarcimento è nell'ambito del massimale minimo di legge in vigore al momento del sinistro. Nessuna franchigia. La garanzia copre sia i danni materiali dell'auto sia le lesioni fisiche del conducente, esclusivamente entro la soglia del 9%, e dei trasportati secondo la percentuale d'invalidità permanente riportata. Attenzione: la garanzia veicoli non assicurati copre anche in caso d'incidente dovuto a un'auto che poi è scappata, ma solo se la targa del veicolo responsabile viene rilevata da testimoni e se, dai controlli che si sono quindi potuti effettuare, risulta non assicurata. In chiusura, la questione frodi: il guidatore di un'auto non assicurata potrebbe accordarsi con un altro conducente a e causare danni ingenti di proposito…  Sentiamo la risposta di AXA: “Il timore espresso è fondato, in quanto in ambito Rca le frodi sono purtroppo frequenti. Per contrastarle efficacemente, abbiamo però l'accurato presidio che le nostre strutture liquidative esercitano a fronte di ogni sinistro. Ovviamente, anche il ricorso alle carrozzerie convenzionate elimina i rischi di azioni speculative da parte dell'assicurato”. E qui si ritorna al discorso di prima: le compagnie (non solo questa) che cercano il controllo della riparazione Rca, affidando i veicoli a strutture convenzionate, tagliando fuori i carrozzieri indipendenti

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo