I sistemi di sicurezza più evoluti arrivano anche sui veicoli commerciali

La tecnologia per la sicurezza delle auto Mercedes sarà presto impiegata per controllare le sbandate provocate dal vento

11 marzo 2013 - 7:00

Mercedes ha annunciato che presto anche i veicoli commerciali saranno sicuri come le auto. Il Costruttore tedesco sta collaudando i sistemi di sicurezza attivi rielaborati secondo i parametri di funzionamento dei Van.

LA SICUREZZA IN OGNI SEGMENTO – Lo sviluppo è quasi ultimato e i collaudi volgono al termine per i sistemi Crosswind Assist, Collision Prevention Assist, Blind Spot Assist, Lane Keeping Assist e sistema di assistenza alla visibilità notturna per la prima volta adeguati alla dinamica e alle dimensioni dei veicoli commerciali Mercedes. Per alcuni dei sistemi di sicurezza allo studio si è trattato solo di trasferire la tecnologia dall'auto al Van ma il Crosswind Assist è l'anteprima mondiale tra i sistemi di sicurezza attiva. Il sistema di assistenza alla guida permette di mantenere la traiettoria del veicolo anche in presenza di forte vento laterale.

COME FUNZIONA – Il sistema è stato sviluppato in considerazione della grande superficie esposta al vento dai veicoli commerciali. I veicoli di grandi dimensioni, infatti, presentano una superficie laterale molto ampia su cui il vento esercita delle forze rilevanti che influenzano la traiettoria e costringono il conducente a controsterzare. Il Crosswind Assist si attiva da una velocità di 80 km/h e funziona attraverso i sensori di velocità d'imbardata ed accelerazione trasversale, che riconoscono le forze provocate dal vento laterale e dalle folate improvvise. Il sistema  rileva ed elabora i dati relativi alla velocità del veicolo, condizione e posizione di carico e  reazione del conducente. In caso di attivazione, controsterzando manualmente, il sistema Crosswind Assist si esclude automaticamente, altrimenti frena in modo mirato singole ruote sul lato esposto al vento. Questo comporta un effetto sterzante che si oppone ad una possibile pericolosa deriva del veicolo provocata da imbardata (oscillazione sull'asse verticale) o rotazione. Già collaudati sia sulle vetture che sui mezzi pesanti della Casa di Stoccarda, il Collision Prevention Assist, il Blind Spot Assist, il Lane Keeping Assist e il sistema di assistenza alla visibilità notturna, oltre a garantire la sicurezza di chi lavora al volante, potrebbero incoraggiare anche l'abbassamento delle polizze assicurative, almeno stando alle dichiarazioni della Casa tedesca.

DALLE AUTO AI FURGONATI – Il Collision Prevention Assist di Mercedes-Benz Vans, aiuta a proteggersi da gravi tamponamenti provocati da una distanza di frenata insufficiente, che aumenta ulteriormente se il veicolo è carico. Un radar installato nel paraurti anteriore misura la distanza dal veicolo che precede e avverte il conducente se lo spazio si riduce pericolosamente. Il nuovo Blind Spot Assist si attiva da una velocità di 30 km/h, utilizzando quattro sensori radar a corto raggio per rilevare altri mezzi negli angoli ciechi. Se i sensori si accorgono che la corsia laterale è già occupata avvertono il conducente con una spia sullo specchio laterale, accompagnata da un allarme sonoro se la manovra di sorpasso non si arresta. Il Lane Keeping Assist aiuta a mantenere la corsia di marcia con un telecamera posta sul parabrezza, che valuta le differenze di contrasto tra l'asfalto e le strisce laterali sia bianche sia gialle. Se il conducente non comunica alla centralina l'intenzione di spostarsi con la freccia laterale, una spia allerta il guidatore della presunta deviazione involontaria. Il sistema di assistenza alla visibilità notturna è attivo da 60 km/h e commuta automaticamente i fari abbaglianti in base alle condizioni del traffico. La telecamera sul parabrezza riconosce pedoni e altri veicoli abbassando il fascio di luce (alogena o allo xeno) per garantire sempre una visibilità ottimale senza abbagliare gli altri automobilisti. Di seguito un video dimostrativo dei sistemi di sicurezza Mercedes Vans.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App parcheggio auto per trovare posto e pagare: la guida completa

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild