I casi di airbag difettosi si moltiplicano e SicurAUTO ne parla in Svizzera

Crescono di mese in mese le segnalazioni su presunte difettosità dei sistemi airbag. Casi di questo tipo in Italia non riescono ancora ad avere la vis

27 luglio 2011 - 10:45

Continuano ad arrivare alla nostra redazione numerose segnalazioni su presunte difettosità dei sistemi airbag. Ci sono auto in cui gli airbag non si attivano quando dovrebbero e auto in cui si attivano troppo presto. Gli ultimi due casi, appena pubblicati, sono piuttosto eclatanti. Nella BMW X3 del sig. Giammetta gli aibag si sono aperti inutilmente in occasione di un leggerissimo tamponamento, mentre gli airbag non si sono attivati proprio nella Scenic del sig. Pedretti, nonostante il forte urto.

SICURAUTO NELLA TV SVIZZERA – Casi di questo tipo in Italia non riescono ancora ad avere la visibilità dovuta, ma all'estero per fortuna si. ll 29 aprile scorso SicurAUTO ha partecipato in diretta, nella persona dello scrivente in collegamento da Roma, alla trasmissione televisiva “Patti Chiari” della TV svizzera RSI. Siamo stati interpellati dai responsabili del programma che va in onda ogni venerdì in prima serata (simile a “Mi manda RAI 3”) per commentare 2 interessanti casi riguardanti altrettante Toyota Yaris del 2007 rimaste distrutte in brutti incidenti, nel corso dei quali non si sono attivati gli airbag, nonostante evidenti urti frontali e laterali. Presente in trasmissione, presso lo studio di Lugano, la guidatrice svizzera, che non ha riportato lesioni gravi. L'altro caso, documentato da intervista filmata, si è verificato negli USA.

INCIDENTE USA – E' stato trasmesso un filmato in cui si vede la vettura incidentata in Svizzera e due periti (interpellati dalla redazione del programma) che, sulla base di un sommario esame visivo del veicolo, hanno giudicato i danni e la decelerazione subiti dallo stesso, non sufficienti per l'attivazione degli airbag. Gli stessi periti hanno inoltre precisato che per l'attivazione degli airbag è necessario un valore di decelerazione di almeno 2g. Tuttavia, nel caso specifico, non si è proceduto ad alcun calcolo analitico della reale decelerazione subita dalla vettura, né tanto meno, le Case automobilistiche dichiarano i valori di soglia di attivazione dei propri airbag. In trasmissione abbiamo detto che, a nostro parere, alla luce delle deformazioni visibili, si sarebbero dovuti attivare almeno gli airbag frontali. D'altra parte, l'entità delle deformazioni della traversa frontale, del parafango ant.sx. e del montante anteriore sx. , fanno ipotizzare valori di decelerazione superiori a 2g.

INCIDENTE SVIZZERO – Il caso accaduto in America è ancor più clamoroso: violento urto frontale della Yaris contro un furgone Chevrolet che procedeva in direzione opposta. La parte anteriore della Yaris, fino al parabrezza, in pratica non esiste più, ma gli airbag non si sono attivati, mentre sul furgone Chevrolet si. Il guidatore della Toyota, rimasto ferito seriamente, sembra abbia poi concordato con Toyota USA un congruo risarcimento. La partecipazione di SicurAUTO a questo programma della TV svizzera, costituisce un ulteriore riconoscimento della nostra attività a favore della sicurezza. Ci teniamo a ricordare che gli airbag salvano silenziosamente ogni giorni tantissime vite, pertanto non è nostra intenzione demonizzare questo importantissimo sistema. Tuttavia è bene indagare affinchè casi simili, seppur rari, non accadano più (leggi qui per ulteriori info e vedere i casi passati).

 

Due foto della Yaris incidentata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pressione pneumatici invernali: perché le gomme si sgonfiano col freddo

Automobilisti senza cintura multa

Automobilisti senza cintura: una multa ogni cinque minuti

Furti auto: i 10 modelli più rubati al 2019