Honda: punta dritto su Fuel Cell e Guida Autonoma

Al Congresso Mondiale sui Sistemi di Trasporto Intelligente, Honda ha svelato il piano per la mobilità del futuro basata su Fuel Cell e Guida Autonoma

18 settembre 2018 - 15:00

Fino al 21 settembre è in svolgimento il Congresso Mondiale sui Sistemi di Trasporto Intelligente di Copenaghen, noto anche con la sigla ITS e giunto alla venticinquesima edizione, a cui partecipa anche il costruttore automobilistico Honda con nuove tecnologie per la mobilità del futuro, in linea con il tema “Qualità di Vita” della kermesse danese. Honda immagina il futuro della mobilità strutturato su monitoraggio intelligente dei veicoli, comunicazione tra auto connesse, sicurezza attiva e guida autonoma.

FUEL CELL OLTRE ALLA SICUREZZA Honda ha approfittato del Congresso Mondiale ITS di Copenaghen per presentare i risultati relativi al progetto HyFive, basato sulle auto ad alimentazione con celle a combustibile come la Clarity Fuel Cell (leggi le caratteristiche della vettura ad idrogeno). Oltre allo studio sulla ipotetica diffusione delle auto Fuel Cell, il progetto HyFive di Honda ha previsto la realizzazione di infrastrutture in Danimarca e Gran Bretagna dedicate al rifornimento di auto alimentate con celle a combustibile.

SPAZIO ANCHE PER LE MOTO Inoltre, Honda ha esposto anche la motocicletta Africa Twin dotata della tecnologia V2X – acronimo di Vehicle To Everything – che prevede il sistema di sicurezza intelligente anche su moto, basato soprattutto sulla connessione tra veicoli, al fine di evitare collisioni e ingorghi nel traffico. Anche la tecnologia V2X su moto rientra tra gli obiettivi di Honda per la mobilità del futuro, sintetizzati negli slogan “Società senza incidenti e sostenibile”, oppure “Sicurezza per tutti” e “Cielo azzurro per i nostri bambini”.

SVILUPPO DELLA GUIDA AUTONOMA All'edizione 2018 del Congresso Mondiale ITS di Copenaghen, Honda ha presentato anche Honda Sensing, nuovo pacchetto di tecnologie incentrate su sicurezza attiva e guida autonoma che combina le informazioni radar e video per allertare e assistere il conducente in situazioni potenzialmente pericolose. Nello specifico il pacchetto Honda Sensing è composto da frenata automatica di emergenza per evitare potenziali collisioni, controllo predittivo della velocità di crociera capace di adattarsi ai veicoli che “tagliano la strada” su percorsi ad alta velocità e sistema di mantenimento della corsia capace di eseguire automaticamente piccoli movimenti così da mantenere l'auto sempre al centro della corsia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

L’auto più cercata sul web è italiana: 6 su 10 hanno gli ADAS

La realtà virtuale contro il mal d’auto? L’idea Porsche contro la chinetosi

Richiami auto: negli USA il 44% dei difetti ha oltre 10 anni