Honda, parte il countdown della gamma elettrica che pensiona i motori diesel

6 auto su 10 in Europa saranno elettrificate, così Honda annuncia lo stop al diesel con i nuovi motori ibridi a benzina

29 novembre 2018 - 20:12

Honda annuncia l'addio alle auto diesel. Il colosso giapponese traccia il suo futuro e prosegue nell'elettrificazione della gamma. Dopo il lancio del nuovo CR-V Hybrid e del primo crossover full-electric destinato al mercato cinese il brand è intenzionato a procedere. L'addio al diesel è un scelta che molti colossi dell'auto hanno fatto o stanno pensando di operare. Toyota e Lexus vantano questo primato anche nel nostro paese. Quella di Honda è una decisione che segue un trend che si sta consolidando in Europa con i clienti in fuga dai motori tradizionali diesel in testa. Con i blocchi al traffico che si vanno intensificando la via dell'elettrificazione appare l'unica strada per uscire dall'angolo

ADDIO AL DIESEL Honda ha reso noto che procederà all'eliminazione dai suoi listini europei delle motorizzazioni diesel. Si tratta di una scelta strategica che mira a potenziare le risorse che il brand sta destinando alle auto green. Entro il 2021, Honda non venderà più vetture con motori diesel. Dave Hodgetts, amministratore delegato di Honda in Inghilterra, il più grande mercato europeo dell'azienda, ha confermato la notizia dichiarando che: “Ogni singolo nuovo modello da ora in poi non avrà un diesel”. Ha aggiunto inoltre che tutti i nuovi modelli saranno offerti con una versione elettrificata, sia essa ibrida o full- electric. Va detto che la produzione del motore diesel 1.6 proseguirà presso lo stabilimento Honda di Swindon, nel Regno Unito. Si tratta di una motorizzazione che Honda costruisce per il SUV CR-V da destinare ai mercati globali tra cui India, Thailandia e Filippine, ma che non è commercializzata in Europa perchè l'auto non è omologata alla luce delle ultime normative europee sulle emissioni.

MODELLI CHIAVE IN ARRIVO Honda è intenzionata ad accrescere la sua quota di mercato nel vecchio continente ed ha fatto sapere che venderà due terzi dei suoi veicoli in Europa entro il 2025. Il nuovo SUV CR-V vuole essere la prima Honda da commercializzare senza diesel (Leggi i dettagli sulla nuova CR-H Hybrid). L'azienda ha fatto sapere che sia il nuovo HR-V che la prossima compatta Jazz, previsti per il 2020, offriranno versioni che utilizzano il sistema ibrido i-MMD (Intelligent Multi-Mode Drive) di Honda. In arrivo ci sarebbe anche una versione ibrida plug-in e una full hybrid della Civic, sebbene il plug-in non sia ancora stato confermato per tutti i mercati europei. Honda nei giorni scorsi ha, peraltro, presentato il crossover elettrico VE-1 per il mercato cinese prodotto insieme GAC.

NEL PRESENTE L'IBRIDO Honda si aspetta che l'ibrido montato sul SUV CR-V rappresenti la metà delle previste per la vettura. Facendo due calcoli sulle 60.000 vendite europee annuali della CR-V la metà dovrà essere coperta dalla variante green. Sotto il cofano un motore benzina i-VTEC a ciclo Atkinson da 2,0 litri, con potenza di 145 CV a 6.200 giri / min e un potente motore elettrico da 135 kW (184 CV) con coppia di 315 Nm. La ricetta di Honda per reagire al pesante al crollo delle vendite di diesel nei mercati occidentali e alle crescenti restrizioni sui veicoli diesel, puntando sull'ibrido nel medio termine per poi approdare all'elettrico puro. Si tratta di una scelta in linea con Toyota e Volvo hanno detto che non stanno più sviluppando nuovi diesel (Leggi il 61% delle vendite online in Italia sono auto diesel). 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usate: gli italiani preferiscono ancora le diesel

Pneumatici nuovi: emettono idrocarburi per 3.000 km

Incidenti stradali in Europa: 6 mila bambini, le vittime in 10 anni