Hankook lancia Ventus Prime3: la gomma ad alte prestazioni anche in Europa

Saranno disponibili in 53 misure da 15 a 18 pollici gli pneumatici Hankook che promettono migliori prestazioni su asciutto e bagnato

4 marzo 2016 - 13:19

Il Costruttore sud coreano sta lanciando per il mercato europeo il nuovo pneumatico Ventus Prime3, che è stato sviluppato pensando al raggiungimento del miglior equilibrio nel rapporto tra prestazioni e comfort, oltre che tra sicurezza ed ecologia. Ecco tutti i dettagli della nuova gomma di Hankook, che ha l'obiettivo di offrire al guidatore prestazioni migliori sia in fase di frenata sul bagnato sia sull'asciutto.

LA FRENATA PRIMA DI TUTTO – Gli pneumatici Ventus Prime sono sempre stati progettati pensando ai risultati in frenata da offrire al guidatore (leggi qui i risultati del test del Tcs sugli pneumatici estivi 2016). La novità della nuova generazione è rappresentata dall'adozione di una nuova mescola di silicio ad alta aderenza in abbinamento all'applicazione di una nuova tecnologia di miscelazione, in grado di fornire una dispersione notevolmente migliore dei polimeri e dei riempitivi nella mescola del battistrada. Secondo gli ingegneri Hankook, tutto questo ha portato un miglioramento dell'8% circa delle prestazioni di frenata sul bagnato, oltre a ridurre anche la resistenza al rotolamento del pneumatico. Altre caratteristiche del Ventus Prime3 sono l'ampio schema del battistrada con scanalatura a 4 canali, studiato per permettere un drenaggio rapido dell'acqua, che dovrebbe offrire un maggior controllo della vettura e ridurre sensibilmente l'effetto di aquaplaning.

PRONTI PER IL BAGNATO – Il secondo obiettivo dei tecnici Hankook (guarda qui il nuovo impianto di prova Hankook per pneumatici invernali costruito a Ivalo, nella Lapponia finlandese) era quello di offrire un pneumatico migliore rispetto alle generazioni precedenti in fatto di prestazioni generali sul bagnato. Pertanto è stato ottimizzato il design del battistrada asimmetrico, mentre l'area di contatto del pneumatico è stata allargata del 10%. Altro lavoro è stato dedicato alla rigidità del battistrada, migliorata per le direzioni laterali e radiali, in combinazione con la solida spalla esterna e il design a durezza ibrida delle coste del battistrada esterne. Nei dati forniti dal Costruttore degli pneumatici sud coreano emerge che per un 3% ne ha beneficiato anche la frenata sull'asciutto, mentre per un 9% ci ha guadagnato la resistenza all'usura.

LE ALTRE CARATTERISTICHE – La scheda degli interventi apportati sul Ventus Prime3 (leggi qui le caratteristiche degli pneumatici Hankook iFlex) parla anche di una nuova carcassa di rayon più resistente e leggera, di un pacchetto stratificato della cintura d'acciaio coperto da una cintura di rinforzo completa e senza giunti e di un riempitivo del tallone ad alta rigidità. Tutto ciò dovrebbe aiutare a migliorare la risposta di sterzata, anche alle alte velocità. Il rumore proveniente dal rotolamento del pneumatico dovrebbe essere stato migliorato grazie a un design del passo ottimizzato, in abbinamento all'angolo della scanalatura laterale migliorato e alla parete laterale anti resistenza fluidodinamica. Anche sui Ventus Prime3 vi è il sistema di indicatore di allineamento visuale (VAI) sul battistrada, che fornisce ai guidatori un metodo semplice e diretto per controllare l'allineamento delle ruote dell'auto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

DPCM 24 ottobre 2020

DPCM 24 ottobre 2020: spostamenti ‘sconsigliati’ (ma non vietati). Testo PDF

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché