Guidare in Gran Bretagna, limiti, norme e consigli per evitare multe

Nel Regno Unito la velocità si misura in miglia orarie e si guida a sinistra, questa e altre cosa da sapere per guidare in Gran Bretagna in sicurezza

27 febbraio 2017 - 10:00

Nonostante il Regno Unito sia orientato a lasciare in maniera definitiva l'Europa, abbiamo ritenuto utile inserirlo nella nostra serie di guide alla scoperta dei codici della strada in vigore nei Paesi UE (Qui trovi tutte le ultime novità sulla Brexit). È quasi superfluo ricordare quanti sono gli italiani che per vacanza, studio o lavoro, attraversano la Manica per soggiornare in UK ed è quindi probabile che per spostamenti extraurbani si ricorra al noleggio auto. Scopriamo cosa bisogna conoscere per guidare in Gran Bretagna in tutta sicurezza e non prendere multe.

LIMITI DI VELOCITA' È opportuno ricordare che il Regno Unito adotta il sistema metrico imperiale, pertanto la velocità viene espressa in miglia orarie. Nei centri urbani il limite massimo di velocità è di 30 mph, pari a 48 km/h; fuori dai centri abitati il limite si innalza a 60 mph, pari a 96 km/h. Sulle autostrade e sulle strade a doppia carreggiata la velocità massima consentita è di 70 mph, pari a 112 km/h. Il consiglio che vale sempre è comunque quello di seguire le indicazioni della segnaletica stradale.

TASSI DI ALCOLEMIA I sudditi di sua Maestà possono beneficiare di un tasso di alcol massimo consentito leggermente più alto della media europea. Sia che si tratti di neopatentati che di driver esperti o di guidatori professionisti, vige l'unico tasso di alcolemia di 0.8 g/litro, superato il quale scattano le sanzioni previste. Attenzione però, in Scozia il tasso massimo è di 0.5 g/litro.

GUIDA SOTTO L'EFFETTO DI DROGHE E PSICOFARMACI Il codice della strada britannico non fa particolari distinzioni tra sostanze stupefacenti e psicofarmaci alla guida. Chiunque venga trovato al volante in stato d'alterazione, dovuta droghe o farmaci, commette comunque un reato e le sanzioni sono ovviamente pesanti.

IN CASO DI INFRAZIONI E MULTE Le sanzioni per le infrazioni al codice stradale commesse da guidatori stranieri possono essere calcolate con importi fissi, la multa minima è di 100 sterline. Se il conducente non è residente nel Regno Unito la multa deve essere pagata sul posto, qualora questo non avvenga l'auto può essere temporaneamente posta sotto fermo e liberata una volta pagata la multa. Alle auto lasciate in divieto di sosta, oltre la rimozione forzata, è prevista l'applicazione delle ganasce.

CINTURE DI SICUREZZA E SEGGIOLINI L'uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio per tutti gli occupanti di un'autovettura. Chi nel proprio paese usufruisce di una esenzione per motivi di salute dovrà, con la propria documentazione, richiedere la dispensa ottenendo un certificato medico britannico. I bambini di età inferiore ai 3 anni devono essere assicurati a seggiolini idonei alla loro corporatura (Conosci i rischi di un seggiolino economico? Scoprili qui!), dai 3 ai 12 anni e fino a 1.35 metri di altezza devono utilizzare appositi sistemi di ritenuta.

ULTERIORI MISURE DI SICUREZZA In Gran Bretagna si guida a sinistra e quindi bisogna ripensare il proprio modo di utilizzare l'auto, solitamente dopo qualche giorno ci si abitua alla nuova prospettiva (Anche a Malta si tiene la sinistra, qui la guida con i consigli). Se si guida un veicolo con 8 passeggeri, escluso il conducente, è possibile percorrere le corsie preferenziali degli autobus. La dotazione di bordo consueta, comprendente estintore, cassetta del pronto soccorso, triangolo e giubbetto riflettente è consigliata e non obbligatoria.

IL TRASPORTO DI ANIMALI DA PAESI ESTERI Per chi viaggia con animali al seguito è opportuno ricordare che le bestiole devono possedere il passaporto europeo per gli animali domestici, rilasciato delle autorità veterinarie del proprio Paese e nel quale sia specificata la vaccinazione antirabbica, ed essere identificabili tramite tatuaggio o microchip. Inoltre gli animali devono essere stati vaccinati contro la Tenia Echinococcus non più tardi di 120 ore e non prima di 24 ore dall'ingresso nel Paese.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future