Goodyear-Tesla, c'è l'accordo sui test delle gomme intelligenti

Tesloop, partner di Tesla, e Goodyear hanno cominciato una collaborazione volta allo sviluppo di un nuovo pneumatico intelligente

11 settembre 2017 - 11:28

Nello sviluppo di un futuro più sostenibile ed autonomo, non potevano non figurare anche i costruttori di pneumatici. Così il colosso americano nella produzione di pneumatici Goodyear, ha annunciato lo sviluppo, insieme a Tesloop (partner di Tesla), di pneumatici intelligenti in grado di monitorare in tempo reale le condizioni delle gomme. Un sistema decisamente nuovo che ci proietta in un futuro fatto di cloud e condivisione di dati, con l'obiettivo di abbattere i costi e migliorare il servizio per tutti i futuri clienti.

TESLOOP IL PARTNER IDEALE Partiamo dal definire quali sono le parti prese in causa nello sviluppo di questa nuova tecnologia. Se per Goodyear ogni presentazione è vana, essendo uno dei più grandi Marchi nella produzione di pneumatici, è quanto mai doveroso soffermarci su Tesloop, un servizio di mobilità decisamente interessante. Tesloop nasce in California circa due anni fa, con una stretta collaborazione con il Marchio elettrico Tesla. Quello che viene offerto è un servizio surrogato rispetto ai viaggi in treno ed in aereo, attraverso l'affitto di Tesla Model S e Model X – in attesa della Model 3, il cui debutto è stato annunciato ufficialmente qualche mese fa, come vi abbiamo raccontato su queste pagine – , con un notevole risparmio per i consumatori (pensate che ci vogliono solo dai 29 ai 69 dollari per un viaggio da Los Angeles a San Diego). Un'azienda che compre, mensilmente, oltre 27.000 km e che punta fortemente ad una mobilità più sostenibile.

ATTENZIONE SEMPRE MAGGIORE AGLI PNEUMATICI Un partener che ha tutte le carte in regola per fornire ottimi dati per chi, come Goodyear, sta sviluppando questo pneumatico “intelligente”. Il progetto nasce dal concetto che, le moderne vetture, su tutte quelle elettriche, necessitano di sempre meno manutenzione per quanto riguarda le parti meccaniche, il che porta l'attenzione all'unico componente che subisce forti sollecitazioni e necessita spesso di sostituzione: gli pneumatici, dato che anche i più sofisticati sistemi di sospensioni non possono certo compensare uno scarso grip dello pneumatico. Da gennaio 2017, Goodyera e Tesloop hanno collaborato per studiare l'effetto della guida autonoma sugli pneumatici, puntando poi ad “alzare l'asticella” nello sviluppo di uno pneumatico intelligente completamente nuovo.

DATI CONDIVISI ATTRAVERSO UN CLOUD Questo nuovo pneumatico di Goodyear, per il quale l'azienda statunitense non ha ancora programmato il debutto ufficiale, sarà rivolto principalmente alle flotte aziendali. Lo pneumatico intelligente sarà dotato di un sensore a disco collegato ad un cloud di dati i quali, una volta analizzati, suggeriranno l'aumento della pressione, monitoreranno l'usura ed in caso avviseranno il rivenditore più vicino dell'eventuale sostituzione dello pneumatico – sapevi che, secondo alcuni, le future gomme saranno in grado di produrre energia? Scopri di più in questo nostro articolo – . Un sistema che permetterebbe una migliore gestione complessiva degli pneumatici migliorandone l'efficienza e, soprattutto, i costi –  qui la nostra intervista a Sebastien Fontaine di Goodyear in merito ale tecnologie utilizzate in questo pneumatico intelligente.

GRANDI VANTAGGI PER LE FLOTTE AZIENDALI “Gli pneumatici sono un mistero per la maggior parte delle persone, ma se possiamo semplificarne la gestione o renderne più facile la sostituzione, potrebbe diventare un settore in cui possiamo aggiungere valore”, spiega Chris Helsel, Chief Technology Officer di Goodyear. “Per noi, l'interesse per questo test, è quello di avere finalmente una grande e automatizzata flotta che possiamo monitorare facilmente”, dice il CEO di Tesloop, Rahul Sonnad. Una collaborazione che potrebbe portare a nuovi e interessanti risvolti per la mobilità, non solo sostenibile, come nel caso di Tesla, ma anche per le vetture “classiche”, permettendo un notevole risparmio di tempo, denaro e benzina –  per ogni novità riguardante gli pneumatici, vi rimandiamo alla nostra sezione dedicata disponibile a questo link.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ASPI nuove colonnine di ricarica

ASPI: 400 nuove colonnine di ricarica da febbraio 2021

Tempi di guida e riposo degli autisti

Tempi di guida e riposo degli autisti di autobus extraurbani

Visione notturna: come funziona il sistema Night Vision Peugeot