[FOTO] Dieselgate: ecco la lettera del richiamo VW in Italia che arriverà a casa

Volkswagen ha avviato la convocazione delle auto con i motori 1.2, 1.6 e 2.0 TDI e come SicurAUTO.it ha anticipato i clienti potrebbero ignorarla

21 dicembre 2015 - 15:11

Le lettere di richiamo di Volkswagen per i clienti italiani cominciano ad arrivare e si capisce come servano più che altro a scremare le auto soggette al richiamo stesso: l'unica azione richiesta è infatti quella di spedire o faxare una cartolina che indica se il veicolo è stato rottamato o venduto all'estero. Il dubbio è lecito: quanti clienti porteranno l'auto in officina una volta arrivata la “vera” comunicazione del richiamo?

DIRE E NON DIRE – La busta riporta in bella evidenza il logo Volkswagen e la lettera rassicura i clienti riguardo alla sicurezza della loro vettura e al fatto che il richiamo è a totale carico del costruttore. Nel testo ci si tiene sul generico riguardo l'origine delle “discrepanze” fra i valori omologati per le emissioni di ossidi di Azoto (NOx) e quelli rilevabili su strada e si parla soltanto di una modifica al software, non citando il salvifico “trasformatore di flusso” che dovrebbe ripulire il TDI da 1.6 litri insieme alla riprogrammazione della centralina.

Come anticipato da SicurAUTO.it, molti clienti rifiuteranno la modifica di Volkswagen (basta tastare il polso dei forum e dei social network per rendersene conto) e questa lettera, che rimanda al 2016 per l'intervento di bonifica, non appare molto motivante per superare il dubbio che la propria auto non abbia più le stesse prestazioni (l'Esperto ci spiega perché le auto potrebbero cambiare dopo l'aggiornamento) a causa delle modifiche effettuate nel corso del richiamo.

SOFTWARE A SUA INSAPUTA – Il testo, pubblicato da automoto.it, permette di capire meglio il contenuto della lettera. “Gentile Signora, Egregio Signore,avrà sicuramente già appreso dagli organi stampa notizie riguardanti le emissioni di alcuni motori della famiglia EA 189 del Gruppo Volkswagen. Si è rilevato che conseguentemente all'installazione di un software di gestione dei gas di scarico, potrebbero esservi delle discrepanze nei valori delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) tra le prove effettuate al banco – ai fini dell'omologazione – e le prove su strada. Con questa lettera di richiamo desideriamo informarLa che anche la Sua vettura è equipaggiata con un motore appartenente a detta famiglia e sarà pertanto necessario effettuare un aggiornamento del software. Le confermiamo che la Sua Volkswagen è tecnicamente sicura e idonea alla circolazione su strada, senza alcuna limitazione. Il Gruppo Volkswagen sta lavorando a pieno ritmo per mettere a punto le misure tecniche necessarie all'aggiornamento del software ma La preghiamo di tener presente che questo avverà nel corso del 2016; sarà nostra cura informarLa tempestivamente degli sviluppi e comunicarLe i prossimi passi. Naturalmente i costi dell'intervento sulla Sua Vettura saranno totalmente a carico del Gruppo Volkswagen”. L'arrampicata sugli specchi è palese: dove può esser stato inserito il software truffaldino se non in una fabbrica Volkswagen o di un suo fornitore? (negli USA Bosch è sotto indagine per il defeat device). Nel lungo commiato Volkswagen Italia comunica anche che “Tutelare la fiducia di clienti come lei è per noi di massima importanza e Le garantiamo che faremo tutto il possibile per riguadagnarla”: non si dice però perché il cliente dovrebbe averla persa, la fiducia.

RUOTARE PER LA TRASPARENZA – Sempre a proposito di fiducia e trasparenza, riportiamo un'altra notizia: il Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Volkswagen AG, Hans Dieter Pötsch, ha dichiarato ad un settimanale tedesco che gli impiegati in certe posizioni ruoteranno negli incarichi dopo un tempo stabilito. Ricordiamo come non molto tempo fa Wolkswagen abbia indicato come responsabili del DieselGate pochi impiegati mentre nessun dirigente sarebbe coinvolto: una posizione difficile da abbracciare perché è improbabile che dei semplici tecnici potessero prendersi da soli la responsabilità dell'alterazione di milioni di centraline? Pötsch ha inoltre affermato come, in futuro, lo sviluppo del software di controllo dei motori avverrà secondo il principio four-eyes, con controlli incrociati. Ovviamente la rotazione dei ruoli pone un problema di competenze, come evidenziato dallo stesso Pötsch, che ha indicato anche la soluzione: le expertises richieste saranno reperite fra i vari marchi del Gruppo, con un tecnico software che potrà passare da Audi a Porsche a VW. Basterà questa rotazione a prevenire nuovi scandali?

8 commenti

alan
12:39, 24 settembre 2017

buongiorno gentilmente avrei bisogno urgente di una copia lettera di richiamo w per la mia golf 1 6 tdi targata n. targa rimosso dalla redazione dato che l ho persa grazie

Emma
15:15, 7 settembre 2017

Buongiorno . Avrei bisogno della copia lettera di richiamo per auto XXYYYXX numero targa rimosso dalla redazione

Massimiliano
21:06, 11 settembre 2017

ho bisogno della lettera di chiamo

ROVIDA
11:07, 13 settembre 2017

Buongiorno,per cortesia avrei bisogno della copia della lettera di richiamo ea189 per il mio maggiolino targato targa rimossa dalla redazione
grazie

GIULIO
15:55, 19 settembre 2017

NON HO RICEVUTO LA LETTERA DI RICHIAMO PER LA MIA GOLF TARGATA XXXXXXXX ACQUISTATA IMMATRICOLATA PER LA PRIMA VOLTA IN GERMANIA IL 20/05/2010 CON TARGA XXXXXXXX . COME FACCIO PER AVERLA?

N. targa rimosso dalla redazione

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Divieto di fermata

Divieto di fermata: cartello, multa e rimozione

Costo Multe in Germania: dal 2021 aumentano fino al doppio

Motorizzazione Brescia: contatti, indirizzo e come raggiungerla