Ford Sync Developer Challenge: vince l'App che fa risparmiare carburante

Solo 24 ore per sviluppare un'applicazione innovativa a comandi vocali. La sfida Ford tra 17 Paesi ha premiato l'app Drive Efficient

6 novembre 2015 - 12:28

La Ford non è nuova a iniziative di questo genere; spesso mette alla prova giovani dalle idee geniali, assicurandosi la validità delle loro creazioni e possibili collaborazioni future. Stavolta ha premiato un'app che può essere integrata al sistema Sync e che strizza l'occhio a una guida risparmiosa. Prosegue così l'evoluzione di un'azienda che costruisce automobili ma che intende diventare “provider di soluzioni di trasporto”.

HANNO VINTO I TEDESCHI – In occasione del Web Summit di Dublino, Ford (qui la nostra prova della C Max 1.5 TDCi Titanium X 120 Cv) ha organizzato il Sync Developer Challenge, ovvero una gara di 24 ore utile alla progettazione di applicazioni per SYNC. La sfida ha visto la partecipazione di 17 squadre di sviluppatori di applicazioni provenienti da vari paesi del mondo, come la Germania, la Russia, il Brasile, gli Stati Uniti e il Sud Africa. Il team tedesco si è aggiudicato il primo premio, per un lavoro molto apprezzato non solo dalla giuria, ma anche dal pubblico presente al Web Summit. Ai tedeschi sono andati 50.000 Euro e una collaborazione con Ford (sempre attenta all'innovazione), che gli consentirà di integrare realmente l'applicazione Drive Efficient nel sistema Sync e di commercializzarla, oltre a instaurare un rapporto continuativo di consulenza.  

PER UN FUTURO ECO – Il progetto presentato dall'equipe tedesca si propone come un valido aiuto di guida “Eco”; per spiegarci meglio è in grado di controllare in tempo reale lo stile di guida, considerando l'uso della potenza e della coppia, in relazione alla marcia utilizzata e in base alle caratteristiche del percorso che si sta percorrendo. L'applicazione fornisce un feedback verbale e visivo al guidatore, che a sua volta viene non solo informato ma anche incoraggiato a un migliore comportamento di guida e messo in guardia sui consumi di carburante. Don Butler, direttore esecutivo di veicoli e servizi connessi di Ford, si è così espresso in merito a questa competizione: “sono rimasto sorpreso dall'ingegno e dal modo di lavorare di coloro che hanno partecipato. Lavorare con gli innovatori al di fuori del settore automobilistico è un modo sicuro di generare idee che possono migliorare l'esperienza di guida. Ford Motor Company è molto interessata a talenti come quelli visti oggi, siamo interessati alle loro potenzialità per tradurle in realtà (infatti non è nuova a iniziative come questa appena raccontata)”.

PRESIDENTE IN PRIMA LINEA – Molto interessato a iniziative come questa è lo stesso Presidente Bill Ford, che in un intervento al Web Summit di Dublino ha invitato l'industria automobilistica a collaborare strettamente con le industrie della tecnologia e con i giovani e talentuosi innovatori per il bene dell'automobile e di una guida sempre più sicura. “Eravamo un'azienda che costruiva automobili e veicoli commerciali, da molti anni ci stiamo evolvendo, stiamo ridefinendo la nostra mission, ormai siamo un'azienda di mobilità. Dobbiamo immaginare un futuro non solo come produttori di auto, ma come i fornitori di trasporto”, ha detto Ford. “Il nostro compito è migliorare la vita dei nostri clienti, ed è questo l'obiettivo che ci porterà a stabilire nuove partnership con startup e player del mondo digital”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus Lombardia Milano

Cellulare alla guida: nuove sanzioni allo studio

Incentivi auto

Incentivi auto: nel decreto Agosto altri 500 milioni?

Si può vendere un'auto priva di revisione

Revisione auto truccata: quali sono i controlli che si riescono a evitare?