FCA ed ENI insieme per la benzina meno inquinante “A20”

Arriva la benzina “A20” realizzata da FCA ed ENI che riduce le emissioni di CO2 del 3%. È compatibile con le auto prodotte dal 2001 in poi

3 aprile 2019 - 14:40

Nella corsa alla mobilità sostenibile, le Case lavora sotto molteplici aspetti. Uno di questi riguarda anche la produzione di carburanti meno inquinanti, che sono stati recentemente riorganizzati sotto nuove sigle per rendere riconoscibili anche quelli di origine bio. Audi, tempo fa, presentò una benzina realizzata internamente. Si chiama e-benzin, è più pulita della benzina tradizionale e, a differenza di quella che conosciamo noi, non derivata dal petrolio. Ci sono anche altri esempi, come quello del progetto Chrysalis, che permette di produrre benzina dai rifiuti. Oggi è la volta della “A20”, studiata da FCA ed ENI.

BASSO CONTENUTO DI CARBONIO

Tutto nasce nel novembre del 2017, quando FCA ed ENI firmano un patto proprio per la ricerca di un carburante in grado di garantire prestazioni equivalenti alla benzina ma dal minor impatto ambientale. La formula della “A20”, questo il nome del prodotto annunciato oggi, si compone del 15% di metanolo e del 5% di bioetanolo, abbassando sensibilmente il contenuto di carbonio.

POTERE ANTIDETONANTE INVARIATO

La “A20”, inoltre, riesce a mantenere lo stesso numero di ottani della benzina verde tradizionale. Il che significa che, a livello di combustione, garantisce prestazioni equivalenti pur contando su una sostanziosa percentuale proveniente da fonti rinnovabili. In termini di emissioni inquinanti, la benzina “A20” garantisce una riduzione di produzione di CO2 fino al 3%, calcolata sulla nuova procedura di omologazione WLTP.

UNA SPERIMENTAZIONE AVANZATA

Il carburante “A20” è stato già utilizzato sul campo. Ha infatti alimentato per più di un anno la flotta milanese di Fiat 500 della compagnia di noleggio Enjoy di Eni. In totale, 9.000 noleggi sono stati serviti con la nuova “A20” e 50.000 km sono stati percorsi senza inconveniente alcuno. Il carburante “A20” è compatibile con circa il 60% delle vetture a benzina circolanti nel nostro Paese. In particolare circa tutte quelle prodotte dal 2001.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggiare in autobus è sicuro

Incidenti con autobus -4,5%, nel 2018 calano più degli autocarri

Pedoni regole per attraversare la strada

Pedoni: le regole per attraversare la strada

ADAS obbligatori dal 2022: l’elenco ufficiale va in Gazzetta UE