Easy Access Door System Ford B-Max: scopriamone di più

Acciai ad alta resistenza e 5000 mila crash test virtuali per garantire la sicurezza dell'Easy Access Door System

6 febbraio 2013 - 11:31

Come è noto, una delle caratteristiche più salienti della nuova Ford B-Max (qui il nostro test drive) è costituita dalle porte posteriori scorrevoli che integrano al loro interno il montante centrale, garantendo una notevole accessibilità per i passeggeri e gli eventuali bagagli. Questa soluzione è il punto d'arrivo di una intensa collaborazione tra gli ingegneri e i designer di Ford, che sono stati in grado di trasformare un'idea innovativa in una qualità di rilievo della B-Max. Nel corso dello sviluppo, i tecnici hanno osservato, per diversi giorni, alcuni guidatori e le loro abitudini, dal tragitto casa-lavoro allo shopping, dall’andare a prendere i bambini a scuola alle commissioni occasionali, per capire quali fossero le reali necessità dei clienti che utilizzano auto compatte per i loro spostamenti.

MONTANTE INTEGRATO NELLE PORTIERE – I designer hanno immaginato la soluzione più pratica, e gli ingegneri hanno poi raccolto e vinto la sfida sul piano tecnico, realizzando una struttura sicura e pratica in grado di soddisfare queste necessità. Hanno trasferito i montanti centrali e la loro funzione di sostegno all’interno delle porte posteriori, per garantire i più elevati livelli di protezione, in particolare in caso di impatti laterali. In condizioni particolarmente gravi, entra in funzione pure uno speciale meccanismo di blocco, anch’esso rinforzato con acciai speciali, che assicura che le porte restino saldamente agganciate alla struttura dell’auto.

IL BORO E' IL VERO SEGRETO – Con l'Easy Access Door System, come detto, i montanti centrali sono integrati nella struttura delle porte, creando uno spazio totale di accesso di 1,5 metri libero da ostacoli. Per garantire i più elevati livelli di protezione, in particolare in caso di impatti laterali, sono stati impiegati nel 58% della scocca, acciai speciali al boro cinque volte più resistenti dell'acciaio convenzionale (il boro, simbolo chimico B, è un metalloide con alto carico di rottura e legato all'acciaio in piccole %, ne migliora le caratteristiche meccaniche). Questi acciai, utilizzati in più parti della scocca e in particolare nelle porte, creano una struttura estremamente resistente, di eccellente rigidità, senza aumento di peso.

RESISTE SINO A 16.000 KG! – L'innovativo sistema ha richiesto una lunga serie di test e di analisi. Sono state effettuate più di 1000 simulazioni al computer nel corso di tre anni e ognuna di queste simulazioni ha richiesto 24 ore di calcoli al computer, a cui hanno fatto seguito oltre 5000 crash test virtuali e 50 crash test laterali. La nuova B-Max è in grado di resistere a una forza laterale di oltre 165 kNewton, pari a ben 16830 kg. Inoltre Ford ha sviluppato degli strumenti di test completamente nuovi e realizzati su misura per la B-Max. Le porte sono rinforzate all'interno con speciali barre d'acciaio ultra-resistente che in caso di impatto laterale impediscono alle porte di separarsi, mantenendo l'integrità della struttura tramite un apposito meccanismo che entra in azione in caso di impatti particolarmente forti. La Ford B-Max è stata montata su una piattaforma scorrevole e fatta scontrare frontalmente con una barriera per 100 volte. Ogni test reale, condotto ad una velocità di 64 Km/h (come i crash test dell'Euro NCAP), richiede una preparazione di 4 giorni, per una durata effettiva di poche frazioni di secondo.

SICUREZZA A 5 STELLE – La B-Max ha ottenuto 5 stelle, il massimo, nei test di sicurezza condotti dall'ente accertatore indipendente Euro NCAP, con un punteggio generale dell'83% nonché del 93% per quanto riguarda la protezione per gli adulti. La B-Max è il terzo veicolo Ford, dopo la Focus e il Ranger, ad ottenere 5 stelle nei crash test Euro NCAP con il nuovo protocollo 2012 che prevede più severi criteri di valutazione. La Ford B-Max è dotata di 7 airbag e tutta la parte anteriore è stata ottimizzata per la massima protezione per i pedoni. Tra le tecnologie di sicurezza disponibili, ricordiamo il sistema di frenata automatica in città (Active City Stop) progettato per aiutare il guidatore ad evitare collisioni a bassa velocità. Durante i test, il sistema ha dimostrato di essere in grado di evitare l'impatto fino a 15 Km/h, e di ridurne l'entità fino a 30 Km/h.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Esame patente: come funziona e quanto costa nei vari Paesi del mondo

Taxi NCC Decreto Cura-Italia

Decreto Ristori: indennizzi anche per taxi e NCC, ecco quali

Cambio gomme invernali: solo il 34% va in officina in Germania