Distrazioni al volante: lo spot ironico impazza sul web

Le Olimpiadi della Responsabilità premiano lo spot La Strada Giusta, nel quale ragazzi speciali mettono in ridicolo i vizi degli automobilisti

15 novembre 2016 - 10:00

La sensibilizzazione sui rischi delle distrazioni al volante passa anche per l'ironia di un video, pur strappando un sorriso per la situazione e per la simpatia degli attori, focalizza bene il tema, facendo risaltare come una banale svista possa essere la causa di incidenti dalle conseguenze disastrose. Lo spot in questione si intitola La Strada Giusta e si è piazzato al primo posto nella sezione video delle Olimpiadi della Responsabilità organizzate dal progetto “a tutto G.A.S.S.”, promosso dalla Presidenza del Consiglio e dalla partnership istituzionale ICS Associati, Automobile Club Cosenza, Automobile Club Roma e Orsa Srl.

INFONDERE IL SENSO DI RESPONSABILITÀ' NEI GIOVANI Il progetto “a tutto G.A.S.S.”, acronimo di Giovani Artefici della Sicurezza Stradale, si propone di sensibilizzare i più giovani, partendo dalle scuole, sui concetti di sicurezza stradale, puntando a far germinare il senso di responsabilità in quei soggetti che domani saranno futuri automobilisti e centauri (Scopri la campagna Siamo tutti Pedoni). Sfruttando la leva del gioco e della creatività si indottrinano i giovani con la cultura della prevenzione, della responsabilità e più in generale sul valore della vita. L'approccio del progetto non è mai drammatico ne eccessivamente superficiale o leggero, si gioca invece con l'ironia per veicolare un messaggio tanto importante.

RAGAZZI SPECIALI CAMPIONI DI NORMALITÀ' L'ironia alla quale accennavamo prima è il cardine attorno al quale ruota lo spot La Strada Giusta, ideato da Andrea Solano e prodotto dalla Open Field Production. Il cast del cortometraggio è composto dai ragazzi dell'Associazione Idea e dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Nemo. Protagonista ed istrione è Bruno Aloe, affetto come altri attori del filmato da Sindrome di Down; brillante e scanzonato Bruno traghetta gli spettatori in una dimensione nella quale si fondono e confondono i concetti di normalità e anormalità. La sostanza del filmato ha talmente convinto che la sezione calabrese dell'Associazione Nazionale Esercenti Cinema ha voluto promuoverlo tra gli associati, facendolo proiettare nei cinema prima dell'inizio delle pellicole.

RIDICOLIZZARE I VIZI DEGLI AUTOMOBILISTI Nei due minuti de La Strada Giusta vengono abilmente e in maniera simpatica messi in ridicolo i comportamenti più pericolosi e aberranti degli automobilisti contemporanei. Viene definito “anormale” il guidatore che non utilizza la cintura di sicurezza, che fuma anche se nell'abitacolo si trova un bambino (Leggi il progetto di legge salvabambini), che scatta selfie e manda messaggini con il telefono, che parcheggia in maniera strafottente, occupando più di uno stallo. Alla fine del video l'automobilista diventa ligio e corretto e viene gratificato dall'ironico Bruno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trump – Biden: tasse e incentivi auto al centro delle elezioni USA 2020

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Radiazione auto

Bollo auto non pagato: sanzioni, interessi e radiazione