Direct Line: il 91% degli italiani vuole l'auto superaccessoriata

In auto come a casa, comodi e coccolati. Ecco i desideri degli automobilisti italiani secondo una ricerca Direct Line. Ma emerge il fattore sicurezza

6 ottobre 2011 - 7:30

L'automobile come estensione dell'appartamento, e quindi comoda, accessoriata e piena di gadget che possano rendere piacevole la vita a bordo come lo è nel salotto di casa. Per molti italiani l'auto è e deve essere ancora così e una ricerca del Centro Studi Direct Line, la nota compagnia assicurativa telefonica, sembra confermarlo.

LA COMODITÀ A PARI MERITO CON LA SICUREZZA – Secondo le interviste svolte durante l'indagine, ben il 91% degli automobilisti italiani preferisce una vettura abbondantemente accessoriata invece che una versione “base”. Quasi un vero plebiscito. Gli optional preferiti sono quelli che rendono più comoda la vita a bordo e sono desiderati dal 39% del campione. Tuttavia, la novità (relativa, visto che la tendenza ha già fatto capolino in altri sondaggi), è che la stessa percentuale di gradimento, cioè il 39%, viene raggiunta anche da chi preferisce gli accessori che aumentano la sicurezza stradale. In dettaglio, Direct Line ha accertato che in cima alla lista dei desideri ci sono i sensori di parcheggio, che raccolgono il 20% dei consensi. In particolare, sono ambiti dal 24% delle donne, che li ritengono un mezzo efficace per evitare le ammaccature alla carrozzeria causate dalle manovre di parcheggio. Gli uomini sono un po' meno propensi a sceglierli: 16%. Subito dopo troviamo gli airbag supplementari, che verrebbero preferiti dal 16% del campione, mentre il 13% punterebbe sui dispositivi del tipo park assist. A seguire, con il 9%, le telecamere e i monitor interni per tenere sotto controllo la strada. L'8% degli italiani vorrebbe un dispositivo che permettesse di attivare i comandi tramite la voce e, infine, il 7% sceglierebbe il TPMS per monitorare la pressione degli pneumatici.

WI-FI IN CIMA AI DESIDERI – Nell'ambito dei piccoli “lussi”, il 5% del campione vorrebbe avere qualche cavallo in più nel motore, il 4% materiali e finiture pregiati (per esempio radica o titanio) e il 3% farebbe follie per l'head-up display, cioè il dispositivo che proietta alcuni dati sul parabrezza, come avviene in molti caccia militari. Entrando nel settore dell'intrattenimento a bordo, la “chicca” preferita dal 55% degli italiani è l'accesso alla rete wi-fi e, a grande distanza (36%), un lettore di DVD. Il 32% vorrebbe poter accedere alla propria e-mail dall'auto e al 26% piacerebbe seguire i programmi da una tivù satellitare. Tra i giovani sotto i 25 anni, ed è comprensibile, il 23% desidera la connessione ai social network, mentre il 19% preferirebbe la console per i videogiochi.

A ROMA, BASTA CHE VADA – Per quanto riguarda l'aspetto regionale, l'indagine ha appurato che gi automobilisti più legati alla comodità in auto sono i milanesi (45%) seguiti dai bolognesi (38%), mentre sono più orientati alla sicurezza i torinesi (54%) e i palermitani (51%). I fiorentini desiderano un impianto audio potente 7%), mentre i bresciani (13%) si dichiarano molto attenti a seguire le ultime tendenze in fatto di optional. Molto più pratici, invece, gli automobilisti della capitale: l'11% di loro ha dichiarato di essere poco interessato agli accessori e di accontentarsi che la vettura giunga a destinazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa