Cosa fanno gli automobilisti europei in vacanza?

4 su 10 non rinunciano all'auto e molti viaggiano con la suocera. Pochi controllano le gomme prima di partire. I dettagli dell'indagine Bridgestone

30 luglio 2015 - 11:19

Ormai ci siamo, i giorni caldi degli esodi si avvicinano in Italia, così come in tutti i Paesi europei. La Stena Line ha condotto una ricerca sulle abitudini di viaggio dei cittadini del Vecchio Continente mentre la Bridgestone ha fornito i propri dati di ricerca sulle abitudini di cura dell'automobile e in particolare degli pneumatici prima di mettersi in viaggio. Nell'articolo troverete così consuete procedure e i consigli del Costruttore giapponese.

EUROPA IN FERMENTO – Dunque, la domanda a cui daremo una risposta è la seguente: quali sono le abitudini dei cittadini del Vecchio Continente (parliamo sempre delle abitudini di viaggio durante l'estate)? Quest'anno circa il 40% degli Europei ha deciso di utilizzare l'automobile per le vacanze estive, soprattutto i francesi (66%), i polacchi (60%) e i tedeschi (58%). I luoghi preferiti sono la Germania, la Francia e soprattutto l'Italia. Il 72% viaggerà con il proprio partner, mentre solo l'1% degli intervistati preferirebbero essere accompagnati perfino dalla suocera. L'oggetto che nessuno lascerebbe mai a casa è (per tutti) il telefono cellulare; mentre un discorso a parte lo riserviamo alla difficoltà che tutti hanno!

OSTACOLO INSORMONTABILE – E' di facile intuizione: il problema universale per la figura del viaggiatore, singolo o in compagnia, sono i bagagli (qui altri consigli per un viaggio sicuro). Nella ricerca il 22% dei viaggiatori lo indica come un problema difficilissimo da risolvere. Prima di intraprendere un viaggio, il 62% degli Europei controlla le condizioni della propria automobile, per viaggiare tranquilli e in sicurezza, mentre per il 64% degli intervistati la cosa più importante da verificare è l'itinerario. Il 93% degli italiani si assicura di avere il serbatoio pieno e ben il 68% controlla che la ruota di scorta sia a bordo. Visto che la ricerca ci ha portati in questo contesto, la Bridgestone ribadisce come sia essenziale controllare l'efficienza dell'auto prima di partire ed assicurarsi che le gomme siano gonfie e non usurate.

I CONSIGLI PER GLI PNEUMATICI OK – Non ci dilunghiamo troppo con le nostre raccomandazioni, ma ci allineiamo con quelle del Costruttore giapponese, che vi elenchiamo di seguito: utilizzare pneumatici invernali in estate può aumentare lo spazio di frenata fino al 30%; bisogna ricordare che il residuo minimo di battistrada stabilito per legge è di 1,6mm: il modo più semplice per verificarlo è utilizzare uno speciale misuratore di profondità o una moneta da 1 euro, che se inserita nel battistrada non deve lasciar intravedere la corona esterna; bisogna anche tenere a mente che quando l'auto è a pieno carico è opportuno aumentare la pressione degli pneumatici; è importante anche accertarsi dell'assenza di graffi, tagli e altre anomalie meno evidenti presenti sugli pneumatici; prima di partire è opportuno controllare il livello dell'olio, del liquido del radiatore e dell'acqua per i tergicristalli; durante le vacanze estive l'ideale è aggiungere al liquido dei tergicristalli anche un additivo speciale che rimuova gli insetti durante il lavaggio del parabrezza; le lampadine devono essere controllate, chiedendo a qualcuno di fare il giro dell'auto mentre si azionano una alla volta; l'equipaggiamento di sicurezza standard per qualsiasi viaggio in automobile comprende il triangolo di sicurezza, la cassetta di primo soccorso e un gilet catarifrangente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Daimler: il taglio di 6 miliardi e il futuro senza Nissan-Renault

Automobilisti italiani: il 79,5% afferma di rispettare le regole

Controllo pneumatici: la giusta pressione fa risparmiare 83 euro l’anno