Questo sito contribuisce alla audience de

Consiglio acquisto auto GPL: budget fino a 20.000 euro

Le migliori auto a GPL da comprare con un budget fino a 20.000 €, con commenti, pregi e difetti

Consiglio acquisto auto GPL: budget fino a 20.000 euro
Dopo tutte le guide all'acquisto dedicate alle auto di ogni categoria, dalle piccole alle compatte passando per le crossover, proseguiamo con quelle a doppia alimentazione benzina/GPL, scelte in Italia da circa 8 persone su 100. Vi aiuteremo, così, a scegliere l'auto che si adatta meglio alle vostre esigenze e al vostro budget, ovviamente senza mai mettere in secondo piano la sicurezza. Dopo le prime due guide dedicate ai budget di 12.000 e 15.000 euro, oggi saliamo fino a 20.000 euro. Le guide saranno strutturate per fascia di prezzo e si baseranno su un tetto massimo da non superare, prendendo come riferimento il prezzo di listino dichiarato dalla casa automobilistica. Per ogni segmento abbiamo preso in considerazione i dieci modelli più venduti del mercato. Gli sconti e le promozioni, quasi sempre rinnovati o modificati mese per mese, verranno debitamente segnalati. Tutte le guide che realizzeremo saranno costantemente aggiornate, tornate quindi spesso per scoprire le novità. Questa seconda guida è dedicata ai consigli per l'acquisto di auto a benzina/GPL con un budget intorno ai 20.000 euro. Guida aggioranta il 04/03/2018.

LE VOSTRE ESIGENZE PRIMA DI TUTTO

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l'auto giusta, bilanciando tra le diverse esigenze, trovando la giusta motorizzazione, magari rendersi conto solo dopo qualche mese di aver sbagliato. A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la vostra scelta prima di tutto sulle vostre esigenze. A parte il budget, è importante, anzi fondamentale, conoscere le proprie esigenze e avere ben chiaro l'uso che si farà dell'auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero? Per la stragrande maggioranza delle persone si tratta di un acquisto importante e impegnativo sotto il profilo economico, quindi bisogna sapere quanti km l'anno si percorrono e in che tipo di strade, perché anche se un diesel in assoluto consuma meno, il delta di prezzo con la versione benzina potrebbe comunque rendere sconveniente il suo acquisto.

L'IMPORTANZA DEL TIPO DI IMPIANTO

I moderni impianti a GPL, consentono l'avviamento a freddo a benzina per poi passare in automatico, dopo un breve riscaldamento, al funzionamento a gas. In tal modo si evitano i difficoltosi avviamenti a freddo prima che l'acqua del circuito di raffreddamento motore, deviata nel riduttore, inizi a scaldarsi. Inoltre i moderni impianti GPL prevedono strategie di funzionamento a benzina (compresa la fase di partenza a freddo) che dovrebbero minimizzare i rischi di usura precoce guide valvole e valvole. La grande differenza, riguardo agli impianti, è se vengono montati direttamente sulla linea di produzione dalla casa madre, con relativo aggiornamento di alcuni componenti vitali dei motori, oppure se vengono installati inseguito, da specialisti come Landi o BRC. Sicuramente nel primo caso l'integrazione risulta migliore e spesso anche l'affidabilità.

IL CONCESSIONARIO E LA PROVA SU STRADA

Quando avete scelto il modello preferito, ma anche se avete un rosa di due o tre auto candidante o se perfino brancolate nel buio, una visita al concessionario può aiutarvi a schiarire le idee. Vedere un modello di presenza, accomodarsi al posto guida e magari sentire il rumore del motore, sembrano azioni banali, ma spesso si rivelano risolutive per capire l'auto. La foto migliore o il video più accurato non equivarranno mai a trovarsi la vettura di fronte, per quanto noi cerchiamo di descrivervi tutto nelle nostre prove su strada di lunga durata. Tuttavia la vostra prova su strada è importantissima. Sentire il volante tra le proprie mani e avere una prima impressione sul comportamento dell'auto può dirci molto e può farci scoprire caratteristiche che magari non ci piacciono o non ci aspettavamo. Bisogna sempre chiedere di provare un'auto prima di comprarla, se possibile nella motorizzazione desiderata; tutti i concessionari hanno a disposizione auto targate per il test drive ed è un vostro diritto provarle per saggiarne le caratteristiche. Se tergiversano, cambiate concessionario. Vuol dire che il venditore non ha nemmeno la minima idea di come si vende un'auto, se già si dimostra poco disponibile prima dell'acquisto figuriamoci quando tornerete per reclamare qualche problema. Passati in rassegna i consigli preliminari, ecco il nostro giudizio su ogni auto a GPL con un budget intorno ai 20.000 euro disponibile sul mercato, in rigoroso ordine alfabetico.

ALFA ROMEO MITO

È lunga 4,06 metri, ha 5 posti e 3 porte con un volume minimo del bagagliaio di 270 dm3. Testata nel 2008 da Euro NCAP ha ottenuto cinque stelle (36,29,18), (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video) ma con il vecchio protocollo, quindi i risultati non sono confrontabili con gli attuali; ha 7 airbag di serie e l'ESC+HillHolder. Nella versione GPL 1.4 Turbo Progression è spinta da un 4 cilindri con 120 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 6,1 L/100 km con 145 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 20.750 €.
La Alfa Romeo MiTo è stata la prima vettura del Biscione a cimentarsi nel segmento B. Derivata meccanicamente dalla Fiat Grande Punto, ha comunque avuto uno sviluppo esclusivo. A seconda degli allestimenti può comunque rappresentare una alternativa ad alcune segmento C. L'impianto GPL viene montato direttamente in fabbrica. A Ginevra 2016 è stato presentato il restyling della vettura, probabilmente sarà l'ultimo intervento sulla MiTo, visto che non si parla di una sua ulteriore evoluzione. 

FIAT 500L

È lunga 4,15 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 343 dm3. Nel 2012  è stata sottoposta ai crash test da Euro NCAP ottenendo le 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha fino a 7 airbag di serie, così come l'ESC + HillHolder. Nella versione base 1.4 T-Jet Pop è spinta da un 4 cilindri con 120 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 6,7 L/100 km con 155 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 20.950 euro.
La Fiat 500L è piaciuta subito al pubblico europeo grazie alla sua versatilità e agli spazi offerti, ideali sia per il tempo libero che per lavoro. Offerta con una gamma di motori particolarmente ampia, riesce a soddisfare le esigenze più disparate. E' proposta sia nella versione Living, a sette posti, che nella versione Trekking, un allestimento suv inspired che la rende più grintosa e accattivante.

FORD FOCUS

È lunga 4,36 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 363 dm3. Testata nel da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l'ESC. Nella versione GPL 1.6 16V è spinta da un 4 cilindri con 120 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 6,0 L/100 km con 136 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 20.250 euro.
La terza generazione è stata lanciata nel 2011 e aggiornata con il restyling del MY2015. La berlina è un prodotto globale e staziona stabilmente sul podio delle auto più vendute al mondo. La gamma benzina ha come fiore all'occhiello i nuovi tre cilindri EcoBoost da un litro di cilindrata, da 100 e 125 CV, oltre alle super collaudate versione diesel TDCI da 1.6 litri e 120 cavalli. Disponibile anche con carrozzeria station wagon, è declinata anche nelle versioni sportive ST e RS, quest'ultima con 350 cavalli. L'impianto GPL è stato sviluppato dall'azienda italiana BRC Gas Equipment

KIA C'EED

È lunga 4,30 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 378 dm3. Nel 2012 è stata testata da Euro NCAP ottenendo le 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l'ESC. Nella versione ECO GPL 1.4 è spinta da un 4 cilindri con 100 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 6.1 L/100 km con 143 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 19.000 euro.
La Kia C'eed condivide la base tecnica e meccanica con la Hyundai i30, ma quest'ultima non è più offerta in versione bifuel benzina-GPL. Pur con alcune limitazioni la coreana offre sette anni garanzia, oltre la versione berlina è disponibile nella versatile variante station wagon e nella sportiveggiante versione coupé. L'impianto GPL è sviluppato dall'italiana BRC. 

NISSAN JUKE

È lunga 4,14 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 354 dm3. Testata nel 2011 da Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l'ESC. Nella versione GPL 1.6 è spinta da un 4 cilindri con 116 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 6 L/100 km con 139 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 18.750 euro.
La Nissan Juke è una delle crossover compatte più vendute e di fatto è il modello che ha inaugurato il segmento. La giapponese è stata sottoposta a restyling nel 2014 beneficiando di numerose migliorie. Il modello best seller è rappresentato dalla versione turbodiesel, equipaggiata con il 1.5 dCi di origine Renault. L'impianto GPL della Nissan Juke è sviluppato da BRC Gas Equipment. 

OPEL ASTRA SPORT TOURER

E' lunga 4,70 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 500 dm3. E' stata testata da Euro NCAP nel 2015 la versione 5 porte, la quale ha ottenuto 5 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video); ha 6 airbag di serie e l'ESC. Nella versione GPL 1.4 T è spinta da un 4 cilindri con 140 CV, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,8 L/100 km con 135 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 22.250 euro.
La Casa costruttrice ha tolto dai listini la versione GPL della Astra 5 porte, offrendo la variante bifuel soltanto come opzione per la station wagon. La Sport Tourer è stata totalmente rinnovata da poco e il nuovo modello pesa fino a 200 kg. rispetto alla generazione precedente. L'impianto GPL della Opel è prodotto dall'azienda Landi.           

SSANGYONG TIVOLI

E' lunga 4,20 metri ha posti e 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 423 dm3. Non è stata ancora testata da Euro NCAP, dispone di 7 airbag, dell'ESC , dell'assistenza in salita e alla frenata. Sono inoltre presenti il controllo della stabilità e, sulle versioni AWD 4x4, la gestione elettronica della trazione. Equipaggiata con un 4 cilindri da 1.6 litri da 128 cavalli ha un consumo dichiarato nel ciclo misto di 9,0 L/100 km con 147 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino per la versione GPL parte da 20.100 euro.
La SSagnyong Tivoli è uno dei modelli della rinascita del brand coreano, rilevato e rilanciato dal colosso indiano Mahindra & Mahindra. Con uno stile gradevole e spazi interessanti, nonostante le dimensioni, la Tivoli può essere un'alternativa convincente ai "soliti" suv compatti. La lunga lista di accessori a pacchetti permette un alto livello di personalizzazione.

Pubblicato in Attualità il 01 Gennaio 2018 | Autore: Gabriele Amodeo


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri