Sorpasso al semaforo

Sorpasso al semaforo: è sempre vietato?

Cosa dispone il Codice della Strada riguardo il sorpasso al semaforo: è sempre vietato o a certe condizioni è permesso? Proviamo a fare chiarezza

29 giugno 2020 - 18:14

Immaginiamo una colonna di veicoli ferma al semaforo. Arriva un’altra macchina e invece di accodarsi approfitta della corsia di sinistra libera per superare tutte le auto e piazzarsi in ‘pole position’ in attesa del verde, oppure per svoltare in una direzione diversa. Una manovra del genere è permessa dal Codice della Strada? Si può fare un sorpasso al semaforo o è vietato? Proviamo a dipanare la matassa (questi sono invece i 10 errori da non fare durante un sorpasso).

SEMAFORO: DIFFERENZA TRA SORPASSO E SUPERAMENTO

Prima di procedere occorre precisare una differenza importante di cui molti non tengono conto: la differenza tra sorpasso e superamento. Che sono simili ma non sono uguali, assolutamente. Il sorpasso è quando un veicolo si sposta momentaneamente di corsia per superare uno o diversi mezzi più lenti o fermi, prima di farvi rientro; il superamento si ha invece quando il veicolo più veloce sfila quelli più lenti o fermi senza cambiare corsia ma continuando semplicemente a percorrere la propria. L’articolo 148 del Codice della Strada regola tutte le fasi del sorpasso disponendo cosa si può fare e cosa non si può fare, oltre alle relative sanzioni in caso di infrazione. E nel comma 11 cita espressamente il sorpasso al semaforo.

SORPASSO AL SEMAFORO: QUANDO È VIETATO?

In particolare è vietato il superamento di veicoli fermi ai semafori quando a tal fine sia necessario spostarsi nella parte della carreggiata destinata al senso opposto di marcia (eseguendo in pratica una manovra di sorpasso). Pertanto la presenza di un semaforo su strada non proibisce in automatico il sorpasso, essendo quest’ultimo vietato solo se richiede di occupare l’altra corsia di una strada a doppio senso di marcia. Viceversa il sorpasso al semaforo è consentito se si resta sulla propria corsia, oppure se ci si sposta su altra adibita allo stesso senso di marcia. Ciò avviene per esempio a un incrocio semaforico in cui vi sono più corsie destinate ciascuna a una direzione diversa: il veicolo che percorre la corsia con il semaforo verde può tranquillamente procedere e superare quelli fermi alla corsia con il rosso.

SORPASSO AI SEMAFORI: SANZIONI PER CHI VIOLA LE NORME

L’art. 148 CdS prevede pure che “il sorpasso in prossimità o in corrispondenza delle intersezioni è consentito quando la circolazione è regolata da semafori” (comma 12/d) e dispone il divieto di sorpasso “in prossimità o in corrispondenza dei passaggi a livello senza barriere, salvo che la circolazione stradale sia regolata da semafori” (comma 13). La violazione dei commi 11, 12 e 13 comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa da 167 a 666 euro. Per il solo sorpasso irregolare ai semafori è contemplata pure la perdita di 10 punti sulla patente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete

Bambini in auto rivolti all’indietro: in arrivo regole più rigide negli USA