Macchine senza patente: caratteristiche e modelli in commercio

Quali sono le macchine senza patente che si possono guidare in alternativa alle autovetture tradizionali? Ecco caratteristiche e i modelli 2021

25 maggio 2021 - 10:17

Le macchine senza patente sono la scorciatoia per guidare qualcosa di molto simile a un’autovettura. Oggi le cose sono molto cambiate e anche guidare questo tipo di veicoli richiede una patente specifica. Ma quali sono le macchine che si possono guidare senza la patente B? Ecco caratteristiche e marche 2021.

PERCHE’ SI CHIAMANO MACCHINE SENZA PATENTE?

Le macchine senza patente, comunemente conosciute anche come microcar, sono quei veicoli che fino a qualche anno fa era possibile guidare senza aver conseguito alcuna licenza. È stata una zona franca per molti conducenti che per svariati motivi non potevano guidare un autoveicolo tradizionale. Basta pensare ai titolari di patente sospesa, agli anziani che non l’avevano mai conseguita o ai genitori che vedevano le microcar più sicure di uno scooter per i propri figli. Finché guidare una macchina senza patente B, ha però richiesto almeno l’obbligo del patentino AM. È questo il motivo per cui si parla spesso di auto senza patente, con un chiaro riferimento alla patente obbligatoria per condurre autoveicoli fino a 3,5 tonnellate.

QUALI SONO LE AUTO SENZA PATENTE B?

Perché è obbligatoria la patente anche per le “macchine senza patente”? Secondo l’articolo 47 del Codice della Strada, che classifica i diversi tipi di veicoli, le macchine senza patente sono identificate dalla categoria L6e dei quadricicli leggeri. Si tratta di tutti i veicoli a quattro ruote omologati per la circolazione su strada con massa fino a 425 kg e con le seguenti caratteristiche:

– 6 kW e cilindrata di 50 cc se alimentati a benzina;

– 4 kW e cilindrata di 500 cc (per i motori endotermici) se alimentati a gasolio o per quelli elettrici;

In tutti i casi la velocità massima delle macchine senza patente è 45 km/h.

MACCHINE SENZA PATENTE B: QUANDO SI POSSONO GUIDARE?

Per le caratteristiche che devono avere le macchine senza patente B per potersi definire quadricicli leggeri, si capisce perché non è più permesso guidare senza alcuna licenza. Se escludiamo la patente di categoria B, la conduzione di un quadriciclo leggero, microcar o auto senza patente, che a dir si voglia, richiede una delle patenti qui sotto, in base all’età e ai limiti previsti per legge:

AM da 14 anni, con possibilità di trasportare un passeggero solo dopo i 16 anni se il veicolo è omologato per 2;

A1 da 16 anni con limite a 11 kW;

A2: da 18 anni con limite 35 kW;

A3 o semplicemente A: da 24 anni senza limiti;

– Patente B: da 18 anni;

C’è un’altra considerazione a cui non possiamo sottrarci, visto che spesso sono affiancate idealmente alle autovetture per via delle quattro ruote: riguarda la sicurezza delle macchine senza patente. Nonostante negli ultimi anni sia sempre maggiore l’attenzione dei Costruttori e degli enti che effettuano i crash test, le prove di urto sono sensibilmente meno severe rispetto a quelle delle auto vere. Difatti, come è emerso nei crash test più recenti delle microcar, la struttura è ben lontana da poter sopportare un impatto a 50 km/h senza rischi per i passeggeri. L’introduzione sempre più diffusa del limite di velocità a 30 km/h in città potrebbe remare in favore di una maggiore sicurezza, a patto che sia rispettato. Intanto ecco di seguito quali sono le marche di macchine senza patente in commercio al 2021:

– AIXAM;

– BELLIER;

– BIRÒ;

– CASALINI;

– LIGIER;

– MICROCAR;

– TWIZY RENAULT;

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Strisce blu Palermo

Strisce blu Palermo: le regole della sosta a pagamento

Semaforo rosso

Semaforo rosso: multa e punti decurtati

Gomme estive migliori: Bridgestone in testa alla classifica produttori 2021