Incidente stradale

Incidente stradale: si possono pubblicare le foto sui social?

Nel caso si assista a un incidente stradale, si possono pubblicare le foto del sinistro sui social o ci sono dei limiti dovuti alla privacy?

23 aprile 2020 - 18:39

Con l’avvento degli smartphone connessi a internet ogni evento può finire in pasto ai social, o più generalmente sul web, in tempo reale. Spesso a finire in rete sono situazioni e circostanze del tutto innocue, ma altre volte entra in ballo la privacy delle persone. E la faccenda si fa molto più delicata. Per esempio si possono pubblicare sui social le foto di un incidente stradale? Potrebbe infatti succedere, ed è successo, che qualcuno assista casualmente a una collisione tra due o più veicoli, anche senza conseguenze per gli occupanti, e decida di fotografare la scena del sinistro, o di giraci un video, condividendola su Facebook, Twitter o altri social network. Può farlo? Dipende…

LE NORME PER FOTOGRAFARE IN PUBBLICO

A parte i risvolti morali sull’opportunità di pubblicare foto di persone sconosciute, per il Codice della Privacy quando si scatta una foto o si gira un video, sia in un luogo pubblico che privato, bisogna chiedere il consenso di tutte le persone all’interno dell’inquadratura. Consenso può essere rilasciato in forma scritta o per ‘comportamento concludente’ (cioè se il soggetto inquadrato si mette in posa davanti all’obiettivo, dando così un implicito assenso allo scatto). Tuttavia se si vuole pubblicare il contenuto tramite qualsiasi mezzo di comunicazione è necessario ottenere il consenso specifico per la pubblicazione e la diffusione. Fanno eccezione le foto scattate in occasione di eventi, fatti e cerimonie di interesse pubblico o aventi luogo in pubblico, per cui non è richiesto il consenso. Salvo che non ci sia nessuna persona in primo piano nello scatto (allora il consenso ci vuole).

INCIDENTE STRADALE: COSA NON SI PUÒ FOTOGRAFARE

Tornando al nostro quesito iniziale, alla luce di ciò che abbiamo appena riportato si possono pubblicare le foto sui social di un incidente? Per rispondere basta applicare il medesimo principio: di certo non si possono pubblicare le immagini dei protagonisti dell’incidente, senza avere il loro consenso. Ma non si possono diffondere neppure foto e video dei veicoli coinvolti, o quanto meno di quelle parti (come la targa o un altro segno distintivo, ad esempio un adesivo) che possano far risalire all’identità dei conducenti o dei proprietari delle vetture. E i giornalisti possono invocare il diritto di cronaca? Gli operatori dell’informazione hanno sicuramente una libertà d’azione ben più ampia. Ma un conto è pubblicare la foto di un sinistro a corredo di un articolo diffuso mediante una testata giornalistica registrata (pur con dei limiti), un altro è postare immagini sui social per puro voyeurismo.

LE CONDIZIONI PER PUBBLICARE FOTO DI INCIDENTI SUI SOCIAL

Quindi non è mai possibile pubblicare foto e video di un incidente sui social? Sì ma a una sola condizione: quella di oscurare qualsiasi riferimento all’identità delle persone. Quindi niente volti (se ci sono vanno pixellati con gli appositi programmi di fotoritocco fino a renderli irriconoscibili) e niente dettagli delle vetture. E in un eventuale commento o didascalia all’immagine non si devono mai riportare le generalità dei soggetti coinvolti. È comunque permesso descrivere l’accaduto, scrivendo per esempio che in corso Buenos Aires a Milano si è verificato un incidente tra due auto (è consentito riportare i modelli) che ha coinvolto quattro persone, due delle quali hanno avuto bisogno del ricovero in ospedale. Ma nulla di più.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete

Bambini in auto rivolti all’indietro: in arrivo regole più rigide negli USA

Obbligo gomme invernali: tutte le scadenze 2020 – 2021