Cinture di sicurezza: solo 1 su 3 le allaccia al sud. L'indagine dell'ISS

Disinformazione e cattive abitudini dilagano al sud secondo un'indagine del ISS: pochi automobilisti usano cinture di sicurezza e seggiolino

20 luglio 2016 - 10:34

L'Istituto Superiore di Sanità ha condotto un'indagine sulle abitudini degli italiani alla guida, ed i dati sulla sicurezza cominciano seriamente a preoccupare. Le cinture anteriori non sono allacciate ovunque, anzi al sud sono più gli italiani che non la indossano, ma a destare perplessità sono le abitudini di far sedere correttamente i bambini sui seggiolini e di allacciare le cinture di sicurezza anche quando si è seduti dietro.

CINTURE COME OPTIONAL In virtù dell'esodo estivo alle porte l'Istituto Superiore di Sanità ha condotto uno studio su circa 185.000 italiani nell'ambito del progetto Ulisse, per delineare un quadro completo su quanto ci si protegga in auto contro eventuali incidenti. Il risultato potrebbe cominciare a far preoccupare, poiché non solo è stato evidenziato che solo il 35% degli automobilisti al sud utilizzano le cinture di sicurezza anteriori (leggi il crash test dell'ACI per dimostrare i pericoli di non indossare le cinture di sicurezza), ma addirittura che 1 italiano su 10 allaccia in modo automatico e naturale le cinture posteriori: anche se si è seduti dietro allacciare la cintura non deve essere un optional, poiché le conseguenze di un incidente potrebbero essere catastrofiche (leggi degli effetti delle cinture di sicurezza posteriori slacciate).

POCHI BAMBINI PROTETTI Se da un lato la ricerca condotta in collaborazione con il Ministero dei Trasporti ha evidenziato come gli automobilisti, o più in generale gli adulti all'interno di un'auto, non utilizzino in modo sistematico le cinture di sicurezza (leggi quanti italiani in totale utilizzano le cinture di sicurezza), un altro aspetto messo in luce è lo scarso utilizzo dei seggiolini per i bambini: secondo lo studio solo il 40% degli automobilisti alloggia correttamente i propri bambini su seggiolini, accortenza che li metterebbe al riparo da eventuali rischi (leggi il nostro speciale #SicurEDU proprio sui seggiolini per i bambini).

ITALIANI SEDUTI SUGLI ALLORI Da quando nel 2003 è stata introdotta la patente a punti l'utilizzo delle cinture di sicurezza è aumentato notevolmente, segno che gli italiani più che alla sicurezza guardano innanzitutto alla propria patente. Dopo anni però si sono cominciate a trovare delle scappatoie e l'utilizzo è scemato, anche se in percentuale differente nelle varie zone d'Italia: se al nord l'utilizzo delle cinture e rimasto più o meno costante, al centro è diminuito del 5% ed al sud addirittura del 20%.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche

Auto elettriche e limiti per i neopatentati: il MIMS smentisce il Viminale

Garage auto: norme, spese e tasse sull’affitto

Assistenza alla guida attiva: solo il 26% degli automobilisti la usa