Cinture di sicurezza più veloci e leggere, come funziona il sistema SPR8

Le cinture di sicurezza sembrerebbero sempre uguali, invece l'innovazione dei pretensionatori non si ferma mai: sono sempre più veloci e leggeri

18 gennaio 2018 - 11:33

L'efficienza delle auto è un comune denominatore di tutti i nuovi modelli che passa attraverso la riduzione del peso, l'acciaio viene rimpiazzato da acciai alto resistenziali o da materiali compositi più leggeri e anche reattivi. Anche se le cinture di sicurezza sembrano convenzionalmente sempre uguali, in realtà il sistema che interviene in caso di incidente – cioè il pretensionatore –  è in continuo rinnovamento tecnologico. Magari non sarà un cambiamento apprezzabile a colpo d'occhio  salendo ad esempio sulla nuova Jeep Wrangler 2018 – guarda qui quanto è cambiata – equipaggiata con il nuovo pretensionatore SPR8 sviluppato da ZF, ma l'occasione è utile per vedere come anche il più collaudato e utile sistema di sicurezza in auto sta cambiando anche su segmenti meno premium e più popolari.

COMPATIBILE CON TUTTI GLI ARROTOLATORI ACR Il nuovo pretensionatore SPR8 presentato da ZF ha la particolarità di impiegare la maggior parte dei componenti in plastica al posto dell'acciaio, guadagnando leggerezza ma soprattutto velocità nell'istante in cui si attiva in caso di impatto. E' una soluzione in realtà già presente sul precedente sistema SPR4 di cui abbiamo parlato qui, ma che con l'equipaggiamento standard sulla nuova Jeep Wrangler 2018 amplia le sue funzioni sulla limitazione del carico esercitato dalle cinture, ma contemporaneamente diventa compatibile anche con i riavvolgitori elettrici reversibili  (denominati ACR – Active Control Retractor) che hanno funzioni di Pre-Safe.

PIU' CONFORTEVOLE NEL TRATTENERE I PASSEGGERI Il nome in codice del nuovo pretensionatore SPR8, deriva proprio dal cuore del sistema (Snake Pretensioner Retractor), ed è un pistone di plastica che occupa meno spazio ed è più leggero del 20% rispetto a un sistema convenzionale con componenti in acciaio. “L'architettura del sistema consente grande flessibilità per quanto riguarda gli ingombri – spiega Norbert Kagerer, Senior Vice President, Sistemi di Sicurezza per gli Occupanti di ZF – e offre varie opzioni in termini di limitazione del carico, come ad esempio un limitatore del carico commutabile, decrescente e dotato di arresto per contribuire a controllare meglio le forze che agiscono sugli occupanti in caso di urto.”

COME FUNZIONA IL PRETENSIONATORE SPR8 Quando i sensori del veicolo fanno scattare le cinture di sicurezza, un generatore di gas pirotecnico si accende e libera un gas che si espande e genera pressione nel tubo guida. La pressione agisce sul pistone serpentiforme di plastica – la componente rivoluzionaria del sistema -, che viene proiettato di forza in un pignone al posto degli elementi di acciaio più diffusi. Il pignone a sua volta trasmette un'elevata coppia alla bobina del riavvolgitore della cintura per pretensionare la cintura di sicurezza in modo che sia aderente al busto del passeggero ancora prima che avvenga l'impatto in appena 10 millisecondi. Rispetto agli airbag che invece liberano i gas durante il gonfi aggio, l'intero sistema pirotecnico SPR8 è sigillato, in modo da non produrre emissioni di gas nell'abitacolo durante il processo di pretensionamento. Sai come sono fatti gli airbag e le cinture di sicurezza? Scoprilo qui.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)