Calciatori: disastro auto, infrazioni gravissime

Calciatori protagonisti di pesanti violazioni del Codice della strada

11 marzo 2013 - 7:00

Atleti milionari che infrangono il Codice della strada: qui non parliamo del classico divieto di sosta di un SUV colossale in pieno centro che ostruisce il passaggio degli altri veicoli, ma di guida senza patente o in forte stato d'ebbrezza.

NOMI IMPORTANTI – Dopo l'attaccante del Real Madrid, Benzema, beccato a 206 km/h in Spagna, lì dove il limite è di 100 km/h, il caso più recente riguarda Tevez, fermato pochi giorni fa dalla Polizia di Manchester perché al volante della sua vettura nonostante la sospensione della patente. Arrestato nel pomeriggio di giovedì scorso, il ricchissimo (6 milioni l'anno) attaccante argentino del City è già stato rilasciato su cauzione. Fra l'altro, Tevez è un recidivo: già nel 2009 era stato fermato al volante nonostante la patente sospesa (nella foto, viene riaccompagnato a casa dalla moglie). Un'altra punta importante, Bendtner (Juventus) è stato appena sanzionato: gli è stata ritirata per tre anni la patente e inflitta una maxi multa di 842.000 corone, quasi 113.000 euro, dalla Corte distrettuale di Copenhagen per guida in stato di ebbrezza. La cosa ha destato così scalpore che al giocatore juventino è stato dedicato un kit molto originale da parte di un negozio di Copenaghen: con 39,95 corone, equivalenti a poco più di 5 euro, si può portare a casa un pacchetto regalo, che comprende la miniatura del calciatore con un'auto giocattolo e una bottiglia di birra magnetizzata. Qualche giorno fa, a Marcelo, formidabile esterno brasiliano del Real Madrid, è stato fermato da una pattuglia per non aver rispettato una precedenza: a quel punto che gli agenti hanno scoperto che al giocatore la patente era stata già ritirata da tempo dopo aver perso tutti i punti per precedenti violazioni.

DOVREBBERO ESSERE UN ESEMPIO – Il guaio, oltre alla sicurezza stradale messa a repentaglio, è che i calciatori dovrebbero rappresentare un esempio per i giovani, i quali guardano spesso a queste star come modelli: basta osservare come scimmiottano le bizzarre capigliature dei campioni, per capire che pure il comportamento in macchina potrebbe essere copiato. Questo, gli atleti milionari non dovrebbero mai dimenticarlo, quasi fosse un codice comportamentale da rispettare assieme al Codice della strada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tesla: auto fuori garanzia, 8 mila dollari per il motore bruciato

Mini Cooper 2021: vince facile nel test dell’alce, ma a quale prezzo?

Auto di proprietà: in Italia ce ne sono 663 ogni 1000 abitanti