Brigestone e i consigli sugli pneumatici

Secondo il produttore giapponese, sono troppi gli automobilisti che non controllano gli pneumatici neppure in vista dei viaggi per le vacanze estive. L'importanza di un corretto gonfiaggio

11 luglio 2011 - 16:55

I controlli di sicurezza effettuati da Bridgestone su circa 38 mila vetture in nove Paesi dell'Unione Europea hanno evidenziato che il 71% degli automobilisti viaggiava con gli pneumatici sgonfi e che quasi il 12% presentava uno spessore del battistrada inferiore al limite di legge, stabilito in un minimo di 1,6 mm. Inoltre, è stato accertato che un gran numero di automobilisti non li fa controllare nemmeno prima delle vacanze. «Questi dati – ha dichiarato Des Collins, vice-presidente della comunicazione europea di Bridgestone – sono particolarmente allarmanti in questo periodo dell'anno, quando gli automobilisti si preparano ad affrontare lunghi viaggi trasportando carichi pesanti Per la loro sicurezza e per quella delle loro famiglie è importante verificare lo stato degli pneumatici prima di partire per le vacanze».

I RISCHI – Guidare con una pressione inferiore alla norma rappresenta un rischio per la sicurezza per molte ragioni: la perdita del controllo e l'incremento della deriva del veicolo aumentano sensibilmente in caso di riduzione della pressione dei pneumatici; la bassa pressione influisce in modo estremamente negativo sulla durata delle gomme e comporta anche uno spreco di carburante ed elevate emissioni di CO2. Con una regolare manutenzione è possibile viaggiare in tutta tranquillità evitando spiacevoli inconvenienti. Bridgestone consiglia a tutti gli automobilisti di seguire queste semplici regole per una guida più sicura ed ecocompatibile:

– verificare la pressione dei pneumatici prima di partire per le vacanze: i livelli di pressione corretti sono riportati nel manuale di uso e manutenzione del veicolo e, nella maggior parte dei casi, anche sotto lo sportello del tappo del carburante o all'interno della portiera. È consigliabile controllare la pressione quando gli pneumatici sono freddi, prima di lunghi viaggi e quando si trasportano passeggeri o carichi pesanti;

– verificare il gonfiaggio degli pneumatici anche al rientro: il caldo e i lunghi viaggi possono influire sula loro pressione. Generalmente i controlli sulla pressione e sulla profondità del battistrada dovrebbero essere effettuati almeno una volta al mese;

– verificare che gli pneumatici non siano gonfiati a una pressione eccessiva. La pressione di gonfiaggio aumenta di 0,3 bar quando le gomme i riscaldano. Con un eccessivo gonfiaggio, gli pneumatici sono meno resistenti a eventuali danni conseguenti agli urti.

ACCORDO RINNOVATO – Nel 2010 Bridgestone Europe ha annunciato di avere esteso per altri tre anni l'accordo di partecipazione alla Carta Europea per la Sicurezza Stradale, che mira a garantire il massimo impegno per la sicurezza sulle strade con lo scopo di ridurre il numero delle vittime di incidenti in Europa. Il rinnovo dell'accordo prevede una serie di azioni promosse dalla Commissione Europea per accrescere la consapevolezza dell'importanza del corretto utilizzo e manutenzione degli pneumatici, sensibilizzando gli automobilisti a svolgere controlli periodici nell'ambito della sicurezza. Bridgestone si impegna ad effettuare ogni anno almeno 30 mila controlli sugli pneumatici, rendendo noti i risultati del programma di ispezione eseguito nei Paesi dell'Unione Europea.

1 commento

andrea
10:08, 12 luglio 2011

Oltre al problema dei pneumatici sgonfi, vorrei segnalarne un altro altrettanto grave: ci sono in giro troppi pigri che non tolgono le gomme invernali; alcuni le stanno usando ancora adesso, A LUGLIO!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?