Bosch, a Francoforte con guida autonoma e innovazioni contro stress ed emissioni

Bosch si presenta a Francoforte con tante novità. Guida autonoma, motricità sostenibile ed elettrica, sicurezza e soluzioni anti stress

29 agosto 2017 - 12:31

Quello di Francoforte è uno dei saloni più importanti per quanto riguarda le case automotive. In un quadro del genere non poteva certo mancare Bosch, l'azienda leader nel settore automotive e che può vantare collaborazioni con gran parte delle Case auto. Un anno particolarmente attivo per Bosch, che ha portato tante novità per il mercato, per quanto riguarda sicurezza, guida autonoma, emissioni e mobilità elettrica e tanto altro ancora. Scopriamo nel dettaglio alcune delle novità più interessanti che saranno presenti al padiglione 8 del prossimo salone di Francoforte, che sarà aperto al pubblico dal 16 al 24 settembre.

IL FUTURO È SENZA PILOTA… Secondo molti sarà proprio questo il futuro della mobilità mondiale, e Bosch non è rimasta certo a guardare negli ultimi anni, dopo aver presentato il suo sistema di parcheggio completamente autonomo frutto di una partnership con Mercedes Benz. Secondo Bosch, la guida autonoma porterebbe una miriade di vantaggi, primo su tutti una maggiore sicurezza, diminuendo drasticamente il numero di incidenti sino ad 1/3 in Germania – insieme a tanti altri vantaggi, che abbiamo analizzato ed approfondito in questo nostro articolo. Per perseguire questo obiettivo è nata una collaborazione con Daimler, con l'intento di sviluppare e produrre un sistema di guida autonoma (si parla di livello SAE4 e SAE 5 – qualora non abbiate chiari i vari livelli di guida autonoma, vi rimandiamo al nostro approfondimento) già dal 2020. L'impegno di Bosch non è mosso solo nei riguardi dei sistemi a bordo delle vetture, ma anche all'esterno, con l'obiettivo di creare delle infrastrutture in grado di condividere informazioni con le vetture che dispongono di tale tecnologia, proprio come accaduto con il museo Mercedes di Stoccarda – sul quale ve ne abbiamo parlato in questo nostro focus. Insieme a questo sistema, trovano spazio nello stand Bosch, anche le ultime novità che riguardano la frenata assistita (con il nome di iBooster) e tante altre novità che riguardano il parcheggio autonomo.

…ED ELETTRICO Avevamo avuto modo di conoscere (e di parlare in questo nostro focus) il nuovo e-axle di Bosch già al salone di Detroit, e torna qui a Francoforte. L'e-axle è un sistema che riesce a unire il motore elettrico e la trasmissione in un'unica unità compatta che comanda direttamente l'assale del veicolo. La versatilità sulle performance (con impostazioni che vanno dai 50 e 300 kW), permette anche un ampio ventaglio di utilizzo, tra i veicoli leggeri e i più imponenti SUV. Un sistema che permetterebbe un risparmio sui costi di circa il 5-10% sul totale e che, potenzialmente, potrebbe rendere più economico e quindi allettante l'acquisto di una vettura elettrica.

NOVITÀ ANCHE PER I MOTORI TERMICI Non solo novità che riguardano la motricità elettrica, infatti Bosch a Francoforte porta due sistemi per motori termici il PFDI e l'NCC. Il primo (Port Fuel Direct Injection – PFDI) è un sistema che unisce i benefici dell'iniezione diretta e indiretta di benzina. In pratica il risultato è un'efficienza del carburante superiore e livelli di inquinamento inferiori, portando ad una migliore efficacia di tutto il powertrain. Il secondo (Needle Closing Control – NCC) è un sistema sviluppato per i motori diesel, che permette di misurare e controllare la durata dell'iniezione carburante in condizioni di guida reale. Anche in questo caso si ottengono vantaggi sia per quanto riguarda le prestazioni del motore che, e fattore non certo da sottovalutare, i consumi ed emissioni.

SOLUZIONI PER DIMINUIRE LO STRESS A Francoforte sarà presente anche una showcar che monterà tutti i sistemi “anti stress” sviluppati da Bosch negli ultimi anni. Si parte già dalla semplice chiave, infatti il Perfectly Keyless può trasformare il proprio smartphone in una vera e propria chiave in grado di aprire, chiudere accendere la vettura. Ancora più interessante è il sistema di diagnosi predittiva dei veicoli proposto da Bosch, che veramente mira ad azzero uno delle cause di stress più importanti quando si è alla guida: i guasti improvvisi. In pratica questo sistema comunica continuamente con il Bosch Automotive Cloud Suite – del quale ve ne avevamo parlato in questo nostro approfondimento – , un database di informazioni, monitorando l'usura di alcuni componenti ed informando il guidatore su possibili guasti ancor prima che si verifichino.

NUOVI SISTEMI DI SICUREZZA ATTIVA E PASSIVA Anche la sicurezza trova spazio nell'ampia offerta tecnologica di Bosch. Il cammino intrapreso dall'azienda tedesca porta ad un maggiore uso dei sensori di rilevamento dell'ambiente circostante, quelli di contatto e i sistemi di sicurezza passiva. Con una maggiore interazione di tutti questi apparati si possono realmente diminuire i potenziali danni di un incidente, non solo con altre vetture ma anche con i soggetti della strada più vulnerabili: pedoni e ciclisti. Al fine di ridurre questa tipologia di incidenti, Bosch punta ad utilizzare radar e sensore video del nuovo sistema di frenata automatica di emergenza. Qualora il sistema rilevasse una collisione imminente verrebbe attivata automaticamente la frenata, diminuendo o impedendo un possibile incidente. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Parco circolante in Europa 2019: la mappa per tipo, alimentazione ed età

Monopattini elettrici biciclette

Monopattini elettrici come biciclette: via libera alla circolazione su strada?

Bruxelles adotta il limite in città a 30 km/h dal 2021