BMW Z4 Restyling, l'estate è alle porte

La BMW Z4 si rinfresca in vista della bella stagione e guadagna una nuova versione entry level

23 aprile 2013 - 11:09

Sono passati quattro anni dal debutto sul mercato della BMW Z4. In questo lasso di tempo, 4.000 spider bavaresi sono state vendute ad altrettanti clienti italiani, un dato più che soddisfacenti se si tiene conto del fatto che la Z4 non ha motorizzazioni diesel, come le sue dirette concorrenti Audi TT e Mercedes SLK. Ora, per continuare questo trend positivo, il modello si aggiorna in tanti dettagli importanti, come le motorizzazioni, gli equipaggiamenti interni e i sistemi di infotainment. La cifra stilistica complessiva è praticamente invariata, nel segno di quella continuità di design che rende questa BMW inconfondibile.

NUOVA VERSIONE ENTRY LEVEL – La gamma motori della BMW Z4 comprende cinque unità, tutte sovralimentate con il sistema TwinPower Turbo. Nello specifico sono tre propulsori a quattro cilindri e due propulsori a sei cilindri, tutti già conformi alla normativa Euro 6.  Si parte con la nuova versione di ingresso, la sDrive18i che monta lo stesso 2 litri della sDrive20i, ma depotenziato a 156 CV e 240 Nm di coppia tra 1.250 e 4.400 g/min. Di serie ha il cambio manuale a 6 marce (in opzione è disponibile l'automatico a 8 marce), accelera da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi e consuma in media 6,8 L/100 km nel ciclo misto di omologazione. Gli altri motori rimangono invariati: i quattro cilindri sDrive20i e sDrive28i erogano 184 e 245 CV, mentre i sei cilindri sDrive35i e sDrive35is arrivano a 306 e 340 CV.

PIACERE DI GUIDA A CIELO APERTO – La BMW Z4 Restyling mantiene la capote ripiegabile rigida, che può essere aperta e chiusa in 19 secondi fino a 40 km/h di velocità, e fa del piacere di guida la sua caratteristica principale. Grazie al tasto di selezione della modalità di guida, si può impostare una configurazione adatta a rispettiva ogni situazione, passando da COMFORT  a SPORT e infine a SPORT+. Così l'elettronica di gestione dell'auto interviene non solo sulla rapidità di risposta del motore e sulla regolazione del DSC, ma anche sul cambio automatico, sulla taratura dello sterzo e sulla mappatura degli ammortizzatori elettronici. In opzione (di serie sulla versione top sDrive35is) è disponibile l'allestimento M Sport che prevede l'assetto sportivo Motorsport, i cerchi in lega da 18 pollici e il kit aerodinamico M, mentre all'interno spiccano i sedili sportivi.

TANTI SISTEMI DI SICUREZZA, MA NON TUTTI DI SERIE – Novità anche per i sistemi di assistenza alla guida e per i servizi di mobilità BMW Connected Drive. A seconda delle versioni la Z4 ha i tergicristalli automatici e i fari con Adaptive Light Control e High Beam Assistant, che seguono l'andamento della strada e gestiscono in automatico il passaggio abbaglianti/anabbaglianti. Inoltre è disponibile anche il cruise control attivo che mantiene la distanza dall'auto che precede. Il sistema Connected Drive, invece, integra la funzione di chiamata di soccorso intelligente con rilevazione automatica del luogo dell'incidente e della gravità dell'infortunio. La BMW Z4 Restyling è già disponibile sul mercato, con prezzi a partire da 36.950 €.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)