Autostrade elettriche: la BreBeMi nel piano europeo a zero emissioni

L'autostrada A35 è la prima arteria italiana più innovativa candidata ad accogliere i primi mezzi pesanti a zero emissioni entro il 2050

13 dicembre 2018 - 21:00

Quello della riduzione delle emissioni inquinanti è un tema particolarmente caro all'Unione europea. In sede comunitaria si è al lavoro per individuare soluzioni partendo dalla realizzazione degli obiettivi messi nero su bianco con gli accordi di Parigi sul clima. Particolarmente ambizioso il piano di avere un'Europa a impatto zero sul clima entro il 2050. L'Ue intende arrivare alla riduzione delle emissioni inquinanti prodotte dai camion del 35% entro il 2030. Nel medio termine si dovrà raggiungere un -20% entro il 2025. Il documento prevede la combinazione di tanti strumenti di intervento congiunto tra i quali la mobilità alternativa, le energie rinnovabili, e la maggiore efficienza energetica. Ecco il progetto pilota per l'autostrada elettrificata per il trasport su gomma green.

TAGLIO DELLE EMISSIONI Sul fronte della lotta all'inquinamento ed al riscaldamento globale l'Unione europea è interessata a detenere una posizione di leadership globale. Partendo dalla realizzazione degli accordi di Parigi contro il cambiamento climatico ci si prefigge di avere un'Europa a impatto zero sul clima entro il 2050. Per riuscire nell'impresa si prevede la combinazione di tanti elementi quali mobilità alternativa, rinnovabili, ed efficienza energetica. Necessario il coinvolgimento del settore dei trasporti, di quello agricolo e forestale, così da riuscire in una compensazione totale della CO2 prodotta (Leggi l'Ue vara il taglio delle emissioni per i camion). In questo contesto CAL (Concessioni Autostradali Lombarde), A35 Brebemi e altri partner quali Regione Lombardia, Politecnico di Milano, Scania e Siemens pensano di realizzare la prima autostrada aperta ai camion green.

IL PROGETTO BREBEMI Il progetto pilota di elettrificazione della A35 Brebemi pone sfide importanti che riguardano l'infrastruttura ed i mezzi. Nel settore esistono esperienze di successo già in corso in Europa e la Commissione europea è interessata ad approfinderle. L'elettrificazione della A35, in una prima fase, avrà luogo tra i caselli di Romano di Lombardia e Calcio (Bg) dove verranno installate delle linee di corrente per l'alimentazione dei veicoli in transito. Il passo successivo sarà un'autostrada ad “economia circolare” con la produzione di energia elettrica attraverso pannelli fotovoltaici lungo la tratta. Francesco Bettoni, Presidente di A35 Brebemi ha sottolineato “Il futuro sostenibile dell'Europa, e non solo, passa per un nuovo concetto di mobilità e A35 Brebemi, con CAL, Regione Lombardia e gli importanti partner che ci affiancano, sono in prima linea per entrare nel futuro il prima possibile, dando un segnale forte a tutti gli attori in questo ambito. In tale contesto l'obiettivo di divenire nei tempi più brevi possibili una delle prime autostrade d'Europa ad economia circolare, è particolarmente strategico” (Leggi si vendono meno diesel ma la CO2 aumenta comunque).

LAVORO DI SQUADRA Il progetto di una eHighway vuole fare di Italia e Lombardia la punta di diamante di un settore che è nei fatti arrivato ad un bivio. Si cercano a tutto campo soluzioni serie e tecnologicamente mature per risolvere le gravi problematiche connesse all'inquinamento dell'aria. I nuovi limiti restrittivi varati nel mese di novembre dal Parlamento europeo introducono misure ulteriormente severe rispetto al regolamento proposto dalla Commissione. I nuovi limiti alle emissioni di CO2, mirano al taglio della CO2 del 35% entro il 2030. Sono obiettivi estremamente ambiziosi, che impongono un approccio diverso al tema della sostenibilità, concepibile soltanto con il totale coinvolgendo di tutti i soggetti coinvolti; aziende di trasporto, produttori e fornitori di energia, istituzioni locali e nazionali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto elettriche: la ricarica bidirezionale taglierà i costi delle colonnine?

Batterie auto elettriche: 7 Paesi europei si uniscono per tagliare i costi

Auto usate: gli italiani hanno speso 7 mila euro in più nel 2018