Autostrada A1. Ventola si stacca e piomba sull'asfalto: panico nel tunnel

Una ventola per l'aerazione del tunnel sulla Bologna-Firenze è caduta sull'asfalto: era grande quanto un'auto. Autostrade si difende

6 aprile 2016 - 9:00

Partiamo dalla notizia positiva: è andata bene. Nessun morto, nessun ferito grave. E adesso analizziamo l'accaduto che, al di là delle effettive conseguenze, preoccupa. Sabato 2 aprile alle 10 del mattino, una ventola per l'areazione (grande come un'auto) del tunnel Allocco, sull'Autosole Bologna-Firenze,  tra Sasso Marconi e Rioveggio in direzione Firenze (al km 213,400 dell'A1 Milano Napoli), a poca distanza dallo svincolo Variante di Valico, ha perso pezzi: sono crollati tra la corsia di marcia e quella di sorpasso. Coinvolte però tre auto e un furgone. Terrore negli occhi dei guidatori, che sono stati eccezionalmente bravi a non andare nel panico e a non causare sinistri pesanti: intervento immediato della Polizia stradale di Pian del Voglio e tre chilometri di coda. Qualcuno ha frenato a destra, altri hanno scartato a sinistra, chi è stato tamponato. La ventola non ha colpito veicoli, mentre alcune auto si sarebbero danneggiate travolgendo i detriti sull'asfalto. 

COSA STA EMERGENDO Secondo il gestore, Autostrade per l'Italia, “da un primo esame visivo sembrerebbe accertato che il problema al ventilatore Zitron, montato dal CCR (Consorzio Cooperative Ravvenate), non è legato alla manutenzione ma è stato determinato da un cedimento strutturale che ha riguardato i carter, elementi esterni della struttura. La galleria fa parte di un lotto consegnato definitivamente nel 2007 e quindi tutte le opere, compreso le parti accessorie tra i ventilatori, rientrano nella garanzia decennale che il costruttore/ fornitore è tenuto a rispettare e garantire per legge”.

IL GESTORE SI DIFENDE La galleria Allocco infatti rientrava nel Lotto 3 dei lavori per la Variante, ed è “una delle opere principali del potenziamento dell'Autosole tra Sasso Marconi-La Quercia, primo tratto funzionale di 20 km della Variante di Valico”, si legge su un comunicato datato 13 aprile 2006. È costantemente sottoposta a ordinaria e regolare manutenzione da parte di tecnici specializzati, dice il gestore, che effettuano verifiche sulla stabilità e serraggio delle ventole. È stata avviato un controllo su tutti i ventilatori della stessa tipologia nell'intera tratta Sasso Marconi-Rioveggio. 

INDAGINI IN CORSO Vedremo se il gestore chiederà spiegazioni all'installatore, se emergeranno spiegazioni dettagliate e responsabilità. La questione è sul tavolo della Procura di Bologna, che ha aperto un fascicolo d'indagine conoscitivo, senza indagati né titoli di reato. Su Facebook si sprecano i commenti di chi passava sul tratto ed è rimasto in coda: “Incredibile, la ventola è grande come una 500, senza parole – scrive un automobilista che si è registrato sul tratto -. Poteva succedere un disastro”. Quello dell'Allocco (la foto in alto è solo indicativa) è un tunnel maledetto: poche settimane fa, si era aperta una voragine in direzione nord. L'intervento è durato giorni: un disastro provocato da una polla d'acqua, probabilmente. Ossia una fessura del suolo da cui sgorga una vena d'acqua, nel punto di sorgenza. Nessun legame tra i due episodi, assicura Autostrade per l'Italia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Quanta CO2 emette la produzione di un’auto elettrica?

Citroën C3 Origins: una serie speciale per i cento anni della Casa

Kia elettriche su Amazon: apre lo store dei caricabatterie per la casa