Auto usata: gli italiani la scelgono con il cuore

Un'inchiesta internazionale svela quali caratteristiche deve avere l'auto preferita dagli italiani

26 febbraio 2013 - 7:00

Il sondaggio di eBay condotto su 1001 intervistati italiani ha approfondito cosa spinge gli acquirenti nella scelta dell'auto e il legame che s'instaura dopo l'acquisto. 1 su 4 la preferisce italiana ma per tutti è lo specchio della propria personalità.

MEGLIO FIAT E GRIGIA – La ricerca condotta in Italia, ha coinvolto 1001 persone che hanno risposto tramite un questionario online. La maggioranza degli italiani (66%) ha dichiarato di possedere una sola vettura, di questi, il 59% la guida da non più di 5 anni, mentre solo il 10% da almeno 10 anni (fuori nazione invece la maggioranza delle auto – 55% – va dai 5 anni in su). Tra i colori più gettonati, forse perché più neutro, è il grigio, che è richiesto dal 25% delle preferenze. A seguire il nero (17%), l'argento (15%) e il blu (13%). Quanto alle marche, il brand più popolare, come si poteva facilmente immaginare, è Fiat per quasi 1 italiano su 4 (22%),  davanti a Ford (10%),  alle francesi Renault e Citroen (7% e 6%) e a Toyota (5%). Gli italiani sono anche incalliti sognatori dei marchi più prestigiosi e affascinanti, come Ferrari (13%) , Bmw (15%) , Audi (12%) , Mercedes (10%)  e Porsche (9%).

PERCHE' PROPRIO QUELLA – In Italia, più che in ogni altro Paese europeo, l'auto rappresenta la propria personalità e l'acquisto è influenzato dalle emozioni. Il 20% degli intervistati sceglie un modello specifico soprattutto perché gli si avvicina ed è in grado di esprimere il proprio modo di essere. Mentre gli automobilisti più indifferenti sono gli olandesi, i tedeschi, gli inglesi e i danesi, anche se analizzano il potenziale acquisto da particolari punti di vista in base alle proprie esigenze pur considerando l'auto sempre e solo, un semplice mezzo di trasporto (per il 65%). Il 53% dei tedeschi ritiene che guidare l'auto sia un'esperienza piacevole e la sceglie in base al feeling al volante, per il 64% dei francesi l'auto è sinonimo di libertà (64%) e offre la possibilità di poter fare ciò che si vuole quando lo si vuole, il 97% dei danesi non vede nell'auto uno status symbol e la sceglie più per la sua funzionalità e praticità.

PERCHE' USATA – In parte costretti dalla crisi e in parte per scelta, ben il 77% degli italiani preferisce un'auto usata perché è in grado di offrire le stesse caratteristiche di un'auto nuova. Ma vediamo nel dettaglio le motivazioni di questa scelta. Stando alla ricerca, infatti, per il 60% degli italiani le auto nuove costano troppo, il 17% sostiene che il sovraprezzo pagato per un'automobile non ancora immatricolata non sia giustificato dalle prestazioni offerte, mentre il 14% la preferisce usata perché ha maggiori possibilità di accesso a un particolare modello più esclusivo. Non mancano poi, l'esperienza che spinge i genitori (22%) a comprare l'auto usata per il figlio neopatentato e chi (il 5%) è costretto a cercare l'occasione a causa del budget limitato.

L'ACQUIRENTE TIPO – L'inchiesta ha permesso di elaborare sei profili medi di automobilisti dell'usato. Gli esteti sono diffusi in Italia (il 22%) e trovano che Marca, design e stile siano i caratteri dell'auto che guideranno. I pratici, titolo assegnato agli olandesi (il 24%), sceglie l'auto badando all'affidabilità, al prezzo e ai costi. Gli attenti alle performance sono i tedeschi, il 19% sceglie l'auto per le alte prestazioni privilegiando quelle tedesche e robuste. Gli attenti ai costi sono i danesi con il 24% degli intervistati che non ha particolari pretese e sceglie un'auto non troppo costosa tra Fiat, Ford, Renault e Peugeot. Dall'indagine emerge che gli italiani sono tra gli amanti del rischio, quelli che nel 21% dei casi bevono prima di guidare o parcheggiano senza fare attenzione. I prudenti sono quegli automobilisti che fanno attenzione a non danneggiare l'auto e non hanno subito incidenti di recente; lo sono i francesi con il 7% del campione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Climatizzatore di un’auto usata: come verificare se funziona