Tesla Passenger Play: scatta il blocco con l’indagine NHTSA

Un cliente Tesla fa ritirare la funzione Passenger Play “pericolosa”. Intanto arriva anche l’aggiornamento software v11.0: ecco le novità

27 dicembre 2021 - 15:00

Tesla Passenger Play non sarà più una funzione disponibile per gli utenti delle auto elettriche Tesla, che però possono consolarsi sicuramente con l’aggiornamento Tesla V11.0. La scoperta casuale di un proprietario Tesla ha fatto scattare un’indagine di sicurezza dell’Agenzia Governativa per la sicurezza dei trasporti su circa 580 mila Tesla immatricolate dal 2017 compatibili con la riproduzione di giochi con le auto in movimento.

TESLA FA GIOCARE CON L’AUTO IN MOVIMENTO: ERRORE NON VOLUTO?

Come riporta il Daily Mail, l’NHTSA ha spinto Tesla a disabilitare la funzione Tesla Passenger Play nei mercati dove era disponibile. La scoperta è stata resa nota dal proprietario di una Tesla Model 3 si è accorto di poter giocare a Sky Force Reloaded mentre era alla guida dell’auto. La dimostrazione di Vince Patton nel video qui sotto, è finita sul tavolo dell’Office of Defects Investigation dell’NHTSA. Alla funzionalità di gioco disponibile da circa 12 mesi è stato dedicato un fascicolo d’inchiesta per valutare i rischi di distrazione del conducente. Il guidatore avrebbe potuto facilmente fingersi passeggero per bypassare un blocco anti distrazione, cliccando su “Sono un passeggero”, come si vede nel video sotto.

TESLA PASSENGER PLAY, LA DENUNCIA ALL’NHTSA E IL BLOCCO  

“L’NHTSA deve vietare tutti i video in diretta sul sedile anteriore e tutta la navigazione web interattiva dal vivo mentre l’auto è in movimento”, afferma Patton. “Creare una distrazione pericolosa per il conducente è una negligenza imprudente”.  Si tratta sicuramente di uno dei rari casi in cui un automobilista valuta razionalmente e senza coinvolgimenti “da fun” le funzionalità della sua auto. E il fatto che Tesla abbia deciso di bloccare la funziona Passenger Play, dimostra che Patton è stato ascoltato. Sempre il Daily Mail afferma che di recente anche Mercedes Benz sarebbe corsa ai ripari disabilitando la funzionalità di navigazione web mentre le auto erano in movimento. Un “errore di configurazione del computer di bordo” – come scrive il magazine – ma con chiari riferimenti al fatto che Tesla si concedesse molte caratteristiche “off-limits”.

AGGIORNAMENTO TESLA V.11.0: QUALI NOVITA’

Il blocco è scattato senza tanto clamore e forse molti conducenti Tesla non se ne sono accorti neppure, presi dall’aggiornamento software Tesla V11.0, che introduce nuove interessanti funzionalità. Alcune novità sono limitate alle sole Tesla Model X e S con processore Intel Atom:

Tesla Light Show. Usando xLights, un software open source gratuito, si può creare uno spettacolo di luci su una canzone preferita;

– Nuova interfaccia utente;

– Navigazione aggiornata, con possibilità di personalizzare le informazioni visualizzate e modificare rapidamente le tappe lungo il percorso;

– Nuovi giochi disponibili in Tesla Arcade con veicolo fermo durante la ricarica;

Blind Spot Camera, quando si attiva la freccia il touchscreen mostra una visuale live del punto cieco dei retrovisori;

– Accesso alla modalità Sentinella e alle telecamere tramite l’App;

Sospensioni Comfort in modalità Pilota Automatico, sui modelli dotati di sospensioni adattive;

– Funzione di condizionamento abitacolo e porta di ricarica riscaldata disponibili tramite App e Touchscreen anche a temperature inferiori;

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App parcheggio auto per trovare posto e pagare: la guida completa

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild