Tesla elimina i sensori a ultrasuoni, sparisce il park assist dal 2022

Tesla annuncia che le nuove auto da ottobre 2022 saranno senza sensori di parcheggio ad ultrasuoni e con alcune funzioni temporaneamente limitate

6 ottobre 2022 - 10:20

I sistemi ADAS Tesla saranno basati sempre di più sull’architettura Tesla Vision: le telecamere di bordo prenderanno il posto di sensori e radar fisici. Da ottobre 2022 Tesla ha accelerato questa transizione, annunciando che sulle nuove Model 3 e Model Y non ci saranno più i sensori ad ultrasuoni sulla carrozzeria. Una novità che momentaneamente ma per un tempo non definito, disabilita alcune funzioni di assistenza alla guida, tra cui l’assistenza al parcheggio.

TESLA VISION: DA QUANDO LE AUTO SENZA SENSORI DI PARCHEGGIO A ULTRASUONI

Tesla spiega nel suo comunicato che rispetto ai veicoli dotati di radar, la Model 3 e la Model Y equipaggiate con Tesla Vision hanno mantenuto lo stesso livello di sicurezza nelle valutazioni del sistema AEB per pedoni o l’hanno anche incrementato. Presupposto per passare al secondo step dell’adozione di Tesla Vision su tutta la gamma a livello globale. Si partirà dalle Tesla Model 3 e Tesla Model Y da ottobre 2022 prodotte nei vari stabilimenti, per poi includere anche le Tesla Model S e Tesla Model X dal 2023. “Questo approccio offre al pilota automatico un posizionamento spaziale ad alta definizione, una visibilità a lungo raggio e la capacità di identificare e differenziare gli oggetti”, promette Tesla.

TESLA SENZA SENSORI DI PARCHEGGIO: COSA CAMBIA

L’eliminazione dei sensori ad ultrasuoni Tesla, comporterà anche una serie di cambiamenti nelle funzionalità attive finché non saranno ripristinate con un futuro aggiornamento OTA. Le nuove Tesla senza sensori ad ultrasuoni manterranno quasi tutte le funzioni anche con Tesla Vision. “Per un breve periodo di tempo durante questa transizione, i veicoli Tesla Vision che non sono dotati di Sensori ad Ultrasuoni verranno consegnati con alcune funzionalità temporaneamente limitate o inattive. In particolare:

Park Assist: avvisa della presenza di oggetti circostanti quando il veicolo viaggia a meno di 8 km/h;

Autopark: effettua manovre automatiche in parcheggi paralleli o perpendicolari;

Summon: sposta manualmente il veicolo in avanti o indietro tramite l’app Tesla;

Smart Summon: sposta il veicolo verso il proprietario o verso una posizione scelta tramite l’app Tesla.

TESLA VISION: COME VERIFICARE

Il modo più semplice e scontato per sapere se la nuova Tesla è tra quelle con sistema Vision, è verificare se sono presenti i 12 sensori ad ultrasuoni sui paraurti. Tesla comunque specifica che i sensori saranno rimossi dall’inizio di ottobre 2022, su tutte le Model 3 e Model Y costruite per Nord America, Europa, Medio Oriente e Taiwan. Successivamente il piano prevede di espandere Tesla Vision anche alle Model 3 e Y per il mercato globale e poi dal 2023 anche su Tesla Model S e Model X. A chi si chiede se l’aggiornamento potrà essere effettuato anche sulle auto Tesla già consegnate, l’azienda spiega che “al momento, non prevediamo di rimuovere la funzionalità dei sensori a ultrasuoni nella nostra flotta esistente”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future