SUV Ibridi: 5 utili consigli per sfruttare al massimo l’autonomia

I SUV Ibridi sono divertenti da guidare e con alcuni semplici accorgimenti è possibile sfruttare la loro tecnologia per massimizzare prestazioni e consumi: ecco 5 consigli per non sbagliare

2 novembre 2020 - 8:00

Guidare un SUV ibrido è tra le esperienze più esaltanti che si possano fare dopo aver guidato per anni un’auto tradizionale. Il boost di energia pulita, l’autonomia a zero emissioni (più lunga se il SUV ibrido è di tipo Plug-in) e la possibilità di spegnere il motore termico in marcia sono i punti di forza delle auto ibride. Ma tutto questo richiede un po’ di abitudine per usare al meglio l’autonomia e i vantaggi della tecnologia ibrida. Ecco 5 trucchi da sapere per guidare al meglio un’auto ibrida, con le proposte di uno dei maggiori Costruttori di veicoli elettrici.

1. RICARICARE L’AUTO IBRIDA

Molte auto ibride offrono la possibilità di percorrere diverse decine di km in modalità 100% elettrica. L’autonomia aumenta fino a superare i 50 Km come nel caso del SUV ibrido Citroën C5 Aircross Hybrid Plug-In. Uno dei consigli più utili per poter guidare prevalentemente a zero emissioni è ricaricare la batteria ogni giorno. Quante ore servono per ricaricare un SUV ibrido come C5 Aircross Hybrid Plug-In? Citroën assicura che con una presa standard la batteria da 13,2 kWh (tra l’altro, garantita 8 anni o 160 mila km) si ricarica in circa 7 ore. Se invece si dispone di una Wallbox da 32 A con il caricatore opzionale da 7,4 kW, la ricarica della batteria richiede meno di 2 ore. Come ottimizzare i tempi e i costi di ricarica di un’auto Ibrida? Semplice, basta utilizzare la funzione di programmazione differita della carica. Con SUV C5 Aircross Hybrid Plug-In è ad esempio possibile programmare la ricarica in orari notturni per beneficiare di tariffe vantaggiose; le impostazioni della ricarica differita possono essere programmate tramite il Touchpad da 8” nell’abitacolo o con l’applicazione My Citroën direttamente da smartphone.

2. RICARICARE UN SUV IBRIDO IN MOVIMENTO

Comprare un SUV ibrido Plug-in non esclude la possibilità di ricaricare anche l’auto durante la guida con la frenata rigenerativa. Se durante la guida si esaurisce l’autonomia della batteria, è possibile recuperarla massimizzando l’uso della funzione “Brake” che recupera l’energia in frenata e decelerazione. Attenzione però, come per molte vetture ibride, è sufficiente anche togliere il piede dall’acceleratore per rallentare efficacemente l’auto quando il traffico lo permette. È proprio in questa fase che si sfrutta al massimo la funzione rigenerativa di cui è dotata anche SUV Citroën C5 Aircross Hybrid Plug-In.

3. SFRUTTARE LE FUNZIONI INTELLIGENTI DI UN’IBRIDA PLUG-IN

Le auto ibride e ibride Plug-in hanno svariate funzioni e intuitivi indicatori che aiutano a sfruttare al meglio i boost di energia pulita. Questi veicoli sono infatti dotati di interfacce semplici ed intuitive per conoscere in tempo reale il funzionamento della tecnologia ibrida o ibrida plug-in, per consumare meno energia e minimizzare i consumi.  Ad esempio, una delle funzioni più utili di SUV C5 Aircross Hybrid Plug-In è l’ë-Save: permette di riservare una parte di autonomia elettrica (10km, 20km o 100% della batteria) in previsione, ad esempio, dell’attraversamento di un centro storico o una zona a traffico limitato durante il viaggio.

4. QUANDO GUIDARE IN ELETTRICO

Quando è consigliabile utilizzare l’autonomia elettrica della batteria? La risposta è variabile in base ai consumi dell’auto. SUV C5 Aircross Hybrid Plug-In, ad esempio, consuma soli 1,4 l/100 km nel ciclo WLTP. È in generale consigliabile sfruttare la guida 100% elettrica quando si percorrono tratti lenti, incolonnati nel traffico o nei centri urbani. Fuori città, anche per gli spostamenti più lunghi, sono comunque disponibili oltre 50 km di autonomia a zero emissioni.

5. PRESERVARE L’AUTONOMIA DI UN’AUTO IBRIDA

È possibile preservare l’autonomia elettrica di un SUV ibrido? Certo che sì, l’importante è adottare alcune accortezze che si rivelano utili anche guidando un’auto 100% elettrica. Ad esempio, è consigliabile parcheggiare l’auto all’ombra o preferibilmente al coperto, sia in estate che in inverno, per minimizzare il consumo di energia necessario a climatizzare l’abitacolo. Qualora ciò non fosse possibile, è utile ricorrere alle utili funzioni di pre-condizionamento dell’abitacolo così da risparmiare l’energia della batteria durante il viaggio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incentivi auto Lombardia 2021

Incentivi auto Lombardia 2021: fino a 8.000 euro con rottamazione

ASPI nuove colonnine di ricarica

ASPI: 400 nuove colonnine di ricarica da febbraio 2021

Tempi di guida e riposo degli autisti

Tempi di guida e riposo degli autisti di autobus extraurbani