Oxford: scatta la Zero Emission Zone, auto EV e Plug-in privilegiate

Nel Regno Unito si diffondono le zone a ridotte emissioni: solo le elettriche circolano gratis. Ecco come funziona la Zero Emission Zone a Oxford

4 marzo 2022 - 15:00

Ogni volta che scattano i blocchi al traffico per molti cittadini non sempre è agevole trovare un’alternativa comoda, fatta eccezione per le categorie esentate. Per quanto possa non piacere l’idea di dover pagare per attraversare una strada della propria città, Oxford ha introdotto l’idea della Zero Emission Zone, un modo per migliorare la qualità dell’aria senza imporre alcun divieto. Ecco come funziona.

ZERO EMISSION ZONE: QUANTO SI PAGA A OXFORD

L’ Oxfordshire County Council e l’Oxford City Council hanno adottato dal 28 febbraio 2022, seppure in via sperimentale, una zona a traffico limitato per auto più inquinanti. Nessuno è escluso, ma per transitare bisogna pagare un ticket dal costo proporzionale alle emissioni dell’auto. Tutti i veicoli a benzina e diesel, compresi gli ibridi e le Plug-in, saranno soggetti a una tariffa giornaliera se utilizzati all’interno della ZeZ tra le 7:00 e le 19:00, a meno che non abbiano uno sconto o un’esenzione del 100%. Più è efficiente il veicolo, meno costoso è il passaggio, quindi auto, moto e furgoni elettrici potranno transitare gratis. Ad esempio:

– Auto a zero emissioni: entrano gratis;

– Veicoli a emissioni ridotte, fino a 75 g/km di CO2: 2 sterline al giorno;

– Auto o veicoli a benzina da Euro 4 o diesel da Euro 6: 4 sterline al giorno;

– Tutti gli altri veicoli meno efficienti: 10 sterline al giorno;

ZERO EMISSION ZONE, PRIME 8 STRADE POI SI RADDOPPIA DAL 2025

Si tratta di una sperimentazione che, se mostrerà gli obiettivi in termini di qualità dell’aria potrà essere ulteriormente estesa. Se il progetto funziona, oltre a riguardare un’area più ampia rispetto alle 8 strade attuali, il ticket costerà anche il doppio per tutte le categorie di veicoli a partire dal 2025. “Le emissioni dei veicoli sono una delle cause più significative di inquinamento atmosferico di Oxford”, affermano le autorità. “Una zona a emissioni zero potrà incoraggiare le persone a passare a veicoli a basse e zero emissioni e apportare altri cambiamenti positivi alla mobilità”.

COME PAGARE LA ZERO EMISSION ZONE A OXFORD

E’ prevista una multa da 60 sterline per chi non paga il ticket, che sarà dimezzata a 30 sterline se pagata entro 14 giorni. Se invece la multa non viene pagata (o contestata) in un termine di 28 giorni aumenterà da 60 a 90 sterline. Comunque è previsto un periodo di tolleranza di 6 giorni rispetto a quello di transito; si può pagare il ticket da 6 giorni prima e fino a 6 giorni dopo. Gli automobilisti potranno inserire i dati dell’auto sul sito del comune di Oxford per sapere l’importo esatto da corrispondere.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Offerte auto con rottamazione

Offerte auto con rottamazione: dicembre 2022

Bonus taxi Roma: come funziona lo sconto a dicembre 2022

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE