Mercedes EQA al test dell’alce: peso e gomme non aiutano

La Mercedes EQA è molto confortevole, ma nel test dell’alce il SUV elettrico è “rallentato” dal peso e dagli pneumatici

12 luglio 2021 - 15:00

La Mercedes EQA nel test dell’alce mostra i limiti del peso (oltre 2 tonnellate) e degli pneumatici non ottimali secondo i collaudatori di Km77. Di fronte a una sterzata improvvisa per evitare un ostacolo con la Mercedes EQA, il guidatore fa i conti con la bilancia. Il video del test dell’alce con la Mercedes EQA è realizzato dal magazine spagnolo Km77, specializzato in test e prove su strada. Ecco in cosa consiste e perché, secondo il magazine, la Mercedes EQA non è adatta a una guida “dinamica”.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. Nei test il collaudatore al volante dell’auto guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando, ma con il sistema di sicurezza ESP attivo. La sterzata si svolge in due fasi:

l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria), entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Dopo il test dell’alce, la Mercedes EQA è stata messa alla prova anche nello slalom tra i coni a velocità costante (superiore a 60 km/h). In questo test la tendenza al rollio (l’auto si corica lateralmente) è esasperata per portare al limite l’aderenza degli pneumatici. Ecco come sono andate le due prove sulla Mercedes EQA nel video qui sotto.

MERCEDES EQA: COME VA NEL TEST DELL’ALCE O MOOSE TEST

La Mercedes EQA nel test dell’alce era equipaggiata con pneumatici Bridgestone Turanza T005 MO 235/50 R19 “con cui di solito non otteniamo buoni risultati in frenata o schivata”, spiega KM77. Nonostante questa premessa però l’evitamento dell’ostacolo avviene senza mettere in difficoltà il conducente fino alla velocità di 74 km/h. Il risultato inferiore alle altre auto che superano i 77 km/h di riferimento, è dovuto essenzialmente al peso. “L’EQA è un’auto pesante; la versione 250 ha una massa di 2040 kg, 600 in più della Mercedes GLA con motore da 163 cavalli” sono le conclusioni del test. “Impiega molto più tempo per cambiare appoggio e si sente generalmente meno agile e pronta a qualsiasi cambio di traiettoria”.

MERCEDES EQA NELLA PROVA DELLO SLALOM

Nel test dello slalom la Mercedes EQA non sembra scomporsi particolarmente, ma lo fa più della Mercedes GLA. Il giudizio complessivo dei collaudatori nel test dell’alce è: “La EQA ha sempre reagito in sicurezza, senza mettere in difficoltà il pilota, ma i cambi di appoggio sono stati lenti. Riguardo al feeling di guida invece: “è un’auto in cui il guidatore viaggia molto isolato dalle sensazioni di guida; non è piacevole nella guida dinamica, ma ha un chiaro orientamento al comfort”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?