Strisce pedonali: in Austria il 90% dei veicoli dà sempre la precedenza

Incidenti sulle strisce pedonali: un’indagine dell’Automobile Club Austriaco rivela rischi e comportamenti dei conducenti nei confronti dei pedoni

17 maggio 2021 - 13:37

La sicurezza dei pedoni è in molti Paesi europei motivo di vanto, in altri invece la sensibilità dei conducenti verso gli utenti più vulnerabili è ancora poco diffusa. L’indagine dell’Automobile Club Austriaco ÖAMTC, è un interessante punto di riferimento per comprendere come si comportano i conducenti di veicoli di fronte alle strisce pedonali, controllate oppure non da un semaforo, in presenza di diversi limiti di velocità.

INCIDENTI SULLE STRISCE PEDONALI IN AUSTRIA

Il numero di incidenti che coinvolgono pedoni in Austria è diminuito del 15% dal 2007, ma il numero di incidenti sulle strisce pedonali è rimasto invariato (fonte Statistics Austria). Per questo durante la Settimana della sicurezza stradale delle Nazioni Unite, l’Automobile Club Austriaco ha indagato sulla disponibilità dei conducenti di veicoli a fermarsi davanti agli attraversamenti pedonali non regolamentati. Secondo l’ÖAMTC, ogni anno avvengono 1.000 incidenti con pedoni in Austria, metà dei quali su strisce pedonali non controllate dal semaforo. “Abbiamo osservato che i conducenti di veicoli tendono a ridurre la velocità davanti ai percorsi di protezione se possono vedere i pedoni ai margini della strada”, ha spiegato David Nosé, ingegnere del traffico ÖAMTC.

LE AUTO CONCEDONO PIU’ VOLTE PRECEDENZA SULLE STRISCE PEDONALI

L’ÖAMTC ha effettuato oltre 1.000 osservazioni su percorsi di protezione selezionati a Vienna. Il 90% dei conducenti di veicoli ha consentito a un pedone di attraversare la strada senza ostacoli. Per gli automobilisti in particolare la media è superiore al 91%. I limiti di velocità non hanno un grande impatto sulla tendenza a dare la precedenza, ma lo hanno sulla sopravvivenza di un pedone investito. Tra 30 e 50 km/h secondo l’ ÖAMTC non c’erano deviazioni significative (dal 92,5 al 90,4%). Un aspetto molto importante evidenziato dal Club è che il 17,8% dei pedoni pronti ad attraversare non ha cercato il contatto visivo con il conducente del veicolo o non ha guardato né a sinistra né a destra.

CAUSE DI INCIDENTI SULLE STRISCE PEDONALI E COME EVITARLI

Tra le cause che più frequentemente portano a un incidente con pedoni e al loro investimento, la condotta del conducente è solo uno dei fattori. Giustamente attenzionato, ma non nella stessa misura di altre cause che potrebbero aiutare a ridurre inutili rischi sulle strisce pedonali:

– Incuria o distrazione,

– mancanza di contatto visivo tra pedoni e conducenti di veicoli;

illuminazione insufficiente delle strisce pedonali;

– velocità inadatta o poca prontezza nel frenare;

– cattiva condotta dei pedoni.

L’ÖAMTC afferma che il mancato arresto del veicolo e il comportamento del conducente sono stati determinanti solo in circa il 30% dei casi. Anche per questo è consigliabile indicare chiaramente la volontà di attraversare e adottare tutte le misure cautelative previste dalla legge e dal buonsenso ogni volta che ci si trova sulle strisce pedonali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sicurezza stradale: lo spettacolo “I Vulnerabili” va in DAD

Auto usata: le 5 truffe più diffuse da cui stare alla larga

Green Pass Covid

Green Pass Covid: come funziona e come ottenere la Certificazione verde