Strisce blu Torino

Strisce blu Torino: costo, orari e permessi

Il funzionamento delle strisce blu a Torino: il costo, gli orari, i permessi e le zone interessate dalla sosta a pagamento

23 marzo 2021 - 18:44

In questa guida spiegheremo come sono organizzate le strisce blu a Torino, con il costo della sosta, gli orari e i permessi per i residenti e per altre categorie che beneficiano di deroghe. L’area delle strisce blu a Torino è suddivisa in quattro macro zone, ognuna con una propria tariffa, suddivise a loro volta in diverse sottozone.

LA NORMATIVA SULLE STRISCE BLU

Il Codice della Strada autorizza l’adozione delle strisce blu con l’articolo 7 comma 1 lettera f, secondo cui nei centri abitati i Comuni possono stabilire “aree destinate al parcheggio sulle quali la sosta dei veicoli è subordinata al pagamento di una somma da riscuotere mediante dispositivi di controllo di durata della sosta, anche senza custodia del veicolo”, precisando col successivo comma 8 che su parte della stessa area o nelle immediate vicinanze è obbligatorio “riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”. Obbligo che però non sussiste se le strisce blu sono poste nei pressi di aree pedonali, Ztl e zone di particolare rilevanza urbanistica.

STRISCE BLU TORINO: COSTO E ORARI

La sosta a pagamento a Torino è in vigore dal lunedì al sabato, dalle ore 8:00 alle ore 19:30. Tuttavia nelle strade attorno ai principali ospedali cittadini (Oftalmico, Valdese, Maria Vittoria, Molinette, Mauriziano, San Giovanni Vecchio, Gradenigo) la sosta a pagamento è in vigore fino alle 18:30. Sono comunque possibili delle eccezioni sugli orari. Il costo delle strisce blu a Torino, a seconda dell’area di appartenenza, è il seguente:

– Area tariffa ZTL Centrale: 2,50 euro l’ora;
– Area tariffa ordinaria:1,50 euro l’ora;
– Area tariffa ridotta: 1,30 euro l’ora;
– Area tariffa smart: 1,00 euro l’ora.

Qui ulteriori informazioni su zone e sottozone delle strisce blu a Torino. È possibile inoltre scaricare la mappa dettagliata delle zone (formato PDF).

STRISCE BLU TORINO: COME PAGARE LA SOSTA

Per pagare la sosta nelle strisce blu a Torino si possono acquistare voucher singoli, carnet da 10 voucher, biglietti giornalieri, abbonamenti settimanali, mensili, trimestrali e annuali e carnet di 4 o 10 abbonamenti settimanali. Le tariffe variano in base all’area di appartenenza, ulteriori informazioni qui.

Voucher, abbonamenti e carnet possono essere acquistati presso le rivendite autorizzate che espongono il simbolo di GTT Parcheggi. È possibile acquistare titoli per la sosta breve o giornaliera anche presso i parcometri; dagli addetti al controllo della sosta nelle strisce blu; tramite il sistema Neos Park; oppure con SostApp, il servizio di pagamento mediante cellulare o smartphone.

I voucher e gli abbonamenti devono essere esposti sul cruscotto dell’auto dopo aver grattato i rettangoli argentati relativi ad anno, mese, giorno e ora di arrivo.

STRISCE BLU TORINO: PERMESSI E DEROGHE

Hanno diritto al rilascio del permesso di sosta le persone fisiche residenti (anche di fatto), accasermate e dimoranti a Torino con veicolo in proprietà, in usufrutto, in leasing, aziendale, NLT, ecc., per un massimo di due permessi a persona. Il pass ha validità annuale, costa 180 euro (250 per i dimoranti, per i quali c’è pure l’opzione trimestrale da 70 euro) e consente la sosta nelle strisce blu all’interno della propria sottozona di residenza o domicilio. Presentando un’attestazione ISEE in corso di validità da cui risulta un reddito familiare inferiore a 50.000 euro, si ha diritto a una tariffa agevolata.

Le persone disabili titolari di contrassegno europeo, anche se prive di auto o patente, possono parcheggiare o far parcheggiare gratuitamente l’auto dei loro accompagnatori in tutte le strisce blu di Torino, senza alcuna limitazione oraria. Non c’è bisogno di chiedere alcun permesso. Basta solamente esporre nella parte anteriore del veicolo il pass per disabili (permesso H) in modo che sia chiaramente visibile ai controlli.

Sono inoltre previsti, su richiesta degli interessati e presentando la documentazione necessaria, ulteriori permessi speciali, gratuiti o a tariffa agevolata, per la sosta nelle strisce blu a Torino a favore delle seguenti categorie:

– associazioni di volontariato senza scopo di lucro nel campo dell’assistenza sanitaria alla persona (gratis);

– medici di base in visita domiciliare (gratis);

– ASL per permettere ai propri medici di effettuare visite o esami a domicilio con la propria auto (gratis);

– persone fisiche che sono sottoposte a trattamento di dialisi o chemioterapico (gratis);

– autoriparatori con sede dell’attività nelle zone a pagamento (costo mensile 28,41 euro);

– autoscuole con sede nelle zone a pagamento per i veicoli adibiti a scuola guida (costo mensile 28,41 euro).

I motoveicoli possono sostare nelle strisce blu senza esibire alcun contrassegno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pneumatici invernali

Pneumatici invernali sulle statali: ordinanze ANAS 2021-2022

Migliori pneumatici invernali 2021 – 2022: lista dei test

Nuova Ber 2022

Nuova Ber 2022: cosa cambia per concessionari e clienti