Sicurezza stradale a Oslo

Sicurezza stradale: a Oslo zero pedoni e ciclisti morti nel 2019

8 gennaio 2020 - 16:30

Ci sono capitali europee come, ahinoi, Roma, dove nel 2019 sono decedute 125 persone a causa di incidenti stradali, tra cui 47 pedoni (dati Istat). E ce ne sono altre come Oslo, in Norvegia, che nell’anno appena concluso ha registrato il record di zero morti tra i pedoni e ciclisti sulle sue strade. E l’unica vittima in assoluto, un automobilista, è andata a sbattere da sola contro una recinzione. Insomma il progetto internazionale di sicurezza stradale Vision Zero, che ha lo scopo di eliminare i morti e i feriti causati dai sinistri stradali, nella capitale scandinava è già realtà.

SICUREZZA STRADALE: DIFFERENZE TRA ROMA E OSLO

Certo, non commetteremo l’errore di mettere sullo stesso piano due città completamente diverse come Roma e Oslo. Dato che la prima, con 2 milioni e 847 mila abitanti e una superficie di 1.287,36 km², presenta problematiche ben diverse rispetto alla città norvegese che di abitanti ne ha ‘appena’ 673 mila su una superficie di soli 454 km². Però il dato fa comunque impressione. A maggior ragione se consideriamo che il quasi azzeramento del numero di vittime della strada non è giunto per caso, ma è il risultato di politiche e azioni mirate.

VITTIME DELLA STRADA A OSLO: DA 41 A 1 GRAZIE ALLE POLITICHE DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO

C’è stato infatti un tempo, come ha ricordato il sito bikeitalia.it riportando i dati pubblicati dal giornale norvegese Aftenposten, in cui anche Oslo aveva i suoi problemini in tema di sicurezza stradale. Nel 1975 le persone decedute a causa di incidenti erano state 41. Un numero inaccettabile da quelle latitudini e che ha spinto il governo locale a mettere in pratica rigorose politiche di moderazione del traffico e di redistribuzione dello spazio pubblico a favore dei pedoni e dei ciclisti, sottraendolo alle automobili. E gli esiti gli hanno dato gradualmente ragione. Le 41 vittime del ‘75 sono pian piano diventate 27 nell’85, 14 nel ‘95, 5 nel 2010 e, come detto, 1 nel 2019, di cui zero pedoni e ciclisti.

IL ‘METODO OSLO’: MENO AUTOMOBILI, MENO INCIDENTI

Ma, in particolare, quali azioni ha predisposto la città di Oslo per risolvere il problema degli incidenti stradali? Innanzitutto ridurre drasticamente il traffico veicolare nella zona centrale, anche grazie all’aumento della cosiddetta ‘congestion charge’, la tariffa per poter raggiungere il centro città in auto. Poi pedonalizzare le strade principali; abbassare il limite di velocità massima consentita a 30 km/h; sostituire quasi tutti i parcheggi su strada con piste ciclabili e marciapiedi. I cittadini di Oslo sono stati quindi ‘indotti’ ad abbandonare l’automobile. E ciò ha comportato l’automatica riduzione dei pericoli per gli utenti fragili della strada.

INCIDENTI STRADALI IN NORVEGIA: NEL 2019 NESSUNA VITTIMA UNDER 15

Ovviamente Oslo non ha nessuna intenzione di fermarsi qui. E dopo aver praticamente azzerato il numero di vittime punta adesso a un obiettivo ancor più ambizioso: azzerare completamente gli incidenti stradali. Non a caso è in atto da tempo la trasformazione di gran parte delle arterie cittadine per favorire gli spostamenti a piedi e in bicicletta. Insieme a tante altre iniziative. Inutile dire che anche nel resto della Norvegia, paese che si è già segnalato per l’impetuosa diffusione delle auto elettriche a danno delle vetture a motore termico (per la serie: se proprio devono circolare delle automobili, che almeno non inquinino), sono stati fatti enormi progressi circa la sicurezza stradale, passando per esempio dalle 560 vittime della strada del 1970 alle 110 del 2019, di cui zero under 15. Sì, avete letto bene: l’anno scorso nessun bambino o ragazzino sotto i 15 anni è morto a seguito di incidenti stradali in tutta la Norvegia. Su una popolazione complessiva di 5 milioni e 300 mila abitanti…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pulizia strade

Pulizia strade: quando scatta la multa per le auto in sosta?

Rinnovo patente anziani: la tecnologia in auto “supera” i test medici

Le 10 migliori gomme auto più cercate nel 2019