Sciopero taxi

Sciopero taxi 5 e 6 luglio 2022: fermo nazionale di 48 ore

In arrivo uno sciopero dei taxi il 5 e 6 luglio 2022: il fermo nazionale di 48 ore dei tassisti italiani è stato indetto contro il Ddl Concorrenza

4 luglio 2022 - 10:00

Martedì 5 e mercoledì 6 luglio 2022 potrebbe risultare difficilissimo trovare un taxi a causa dello sciopero nazionale di 48 ore proclamato dalle maggiori sigle sindacali del comparto, ossia Fast-Confsal, Confartigianato Taxi, Satam, Tam, Usb-Taxi, Unica Filt Cgil, Uiltrasporti, Cna Fita Taxi, Claai, Legacoop Produzione e Servizi, Uritaxi, Uti, Unimpresa, Orsa Trasporti, Casartigiani e Fit-Cisl, alle quali si è aggiunta anche Silt. Il motivo dello sciopero taxi del 5 e 6 luglio 2022 è sempre da ricondursi al Ddl Concorrenza che di fatto ha aperto a forme di trasporto pubblico non di linea alternative come Uber e soggetti simili.

SCIOPERO TAXI 5 E 6 LUGLIO 2022 ANTICIPATO DA ALTRE AGITAZIONI SPONTANEE

Il fermo nazionale di 48 ore dei taxi italiani è stato deciso al termine di una serie di assemblee spontanee, organizzate in diverse città, che hanno visto la partecipazione di numerosissimi tassisti, creando anche qualche disagio all’utenza come per esempio è accaduto a Napoli, dove il Comune è dovuto intervenire con urgenza per gestire l’afflusso e il deflusso di turisti (e residenti) da e per Capodichino, privati del servizio taxi, raddoppiando il numero di Alibus sul percorso Aeroporto – Stazione Centrale – Porto.

SCIOPERO TAXI 5 E 6 LUGLIO 2022 CONTRO IL DDL CONCORRENZA

Come dicevamo il motivo del contendere è una norma del Ddl Concorrenza che spalanca il mercato agli operatori, anche stranieri, che utilizzano app e piattaforme tecnologiche per l’interconnessione dei passeggeri e dei conducenti, come Uber ma non solo. Una decisione che secondo i tassisti ‘regalerà’ il settore del trasporto pubblico non di linea ai colossi multinazionali stranieri penalizzando un comparto, come quello dei taxi, che, in quanto amministrato come servizio pubblico, a tariffa regolata e con obbligo di servizio e turnazioni imposte, non può per essenza subire concorrenza (spesso sleale o comunque aggressiva) da chi a tali regole non è sottoposto.

SCIOPERO TAXI 5 E 6 LUGLIO 2022: GLI ORARI DELLA PROTESTA

Siamo in attesa di ricevere ulteriori informazioni sullo sciopero taxi 5 e 6 luglio 2022, di cui ovviamente vi dettaglieremo ogni particolare. Per il momento segnate in rosso queste due date sul calendario perché l’agitazione, oltre che molto lunga (48 ore di fila dalle 0:00 del 5 alle 23:59 del 6), promette di essere decisamente massiccia. È dunque probabile che in quelle due giornate sarà quasi un’impresa trovare un taxi disponibile. Per lo meno lo sciopero non andrà in scena durante un week-end, circostanza che avrebbe aumentato ulteriormente i disagi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022