Coronavirus salone di Ginevra 2020 annullato

Salone di Ginevra 2020 annullato per limitare il contagio da Coronavirus

Altri effetti del Coronavirus: annullato il Salone dell’auto di Ginevra 2020 che si sarebbe dovuto svolgere dal 5 al 15 marzo di quest'anno

28 febbraio 2020 - 12:45

A sole 24 ore dalla conferma ufficiale dell’evento data dagli organizzatori, giunge improvvisamente (ma neanche troppo) la notizia dell’annullamento del Salone di Ginevra 2020 a causa del Coronavirus. Lo stop all’attesa kermesse automobilistica è una diretta conseguenza delle decisione presa stamane dal Consiglio Federale della Svizzera, che ha vietato fino al prossimo 15 marzo tutti i principali eventi pubblici con oltre un migliaio di partecipanti. E poiché il Salone di Ginevra 2020 si sarebbe dovuto svolgere proprio dal 5 al 15 marzo, la cancellazione è diventata automatica. A parte l’interruzione causata dai due conflitti mondiali, è la prima volta dal 1905 che il Salone dell’auto di Ginevra viene fermato.

SALONE DI GINEVRA 2020 ANNULLATO PER IL CORONAVIRUS

La drastica scelta della Consiglio Federale di Berna si è resa necessaria per limitare al massimo la diffusione del Coronavirus sul territorio svizzero, dove per il momento sono segnalati 15 casi di contagio e oltre un centinaio di persone in quarantena. Numeri piccoli se paragonati ad altre nazioni, Italia in primis, e proprio per questo le autorità elvetiche hanno deciso di intervenire con estremo rigore, preferendo ‘prevenire’ invece di ‘curare’. La cancellazione del Salone di Ginevra 2020 è stata confermata poco fa su Twitter da Antonio Hodgers, presidente del Consiglio di Stato ginevrino.

SALONE DI GINEVRA CANCELLATO: APPUNTAMENTO AL 2021?

L’annullamento del Salone di Ginevra 2020 rappresenta probabilmente la scelta più giusta: non solo per evitare l’altissimo rischio di contagio (all’evento erano attesi migliaia di partecipanti, tra addetti ai lavori e semplici appassionati, provenienti da tutto il mondo), ma anche perché a causa del Coronavirus c’erano già stati numerosi forfait, come quelli di Citroen, Peugeot, Opel, Jaguar, Land Rover, Lamborghini, Ford, Mini, Nissan, Mitsubishi, Subaru e Volvo, e sarebbe quindi risultata un’edizione azzoppata. Resta adesso da vedere quando e come saranno recuperate le presentazioni più importanti (erano previste per esempio le anteprime della Fiat 500 elettrica, della Alfa Romeo GTA e di numerosi altri modelli) e soprattutto se l’edizione 2020 sarà rinviata ai prossimi mesi o definitivamente annullata (molto più probabile), con appuntamento al 2021. Sperando in tempi migliori.

SALONE DI GINEVRA 2020 ANNULLATO: LE REAZIONI

Gli organizzatori del Salone di Ginevra 2020 hanno accettato, pur a malincuore, la scelta di annullare l’evento: “Ci dispiace per questa situazione“, ha dichiarato Maurice Turrettini, Presidente del Consiglio della Fondazione, “ma la salute di tutti i partecipanti è per noi e per gli espositori assolutamente prioritaria. Si tratta di un caso di forza maggiore. Per gli espositori, che hanno investito per essere presenti a Ginevra, è un duro colpo. Noi siamo però convinti che tutti comprenderanno per questa decisione“. Inutile dire che le conseguenze a livello finanziario per tutte le parti coinvolte sono pesantissime e si valuteranno meglio nelle prossime settimane. Una cosa è certa: i biglietti d’ingresso già venduti verranno rimborsati, gli organizzatori forniranno a breve nella pagina web tutte le informazioni per il rimborso.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

L’Autopilot investe i pedoni: la Tesla Model 3 fallisce il test

Gomme invernali Hankook i*cept evo 3: i nuovi pneumatici anche UHP e SUV

Cassazione sorpasso contromano

Cassazione: il sorpasso contromano comporta due infrazioni