Richiamo Volvo per 460 mila auto con oltre 10 anni

Il richiamo Volvo riguarda il rischio di ferimento degli occupanti in caso di esplosione dell’airbag: ecco in quali casi si verifica il problema

6 ottobre 2021 - 15:00

Il richiamo Volvo necessario per mettere in sicurezza oltre 460 mila auto nel mondo è legato al rischio di difettosità dell’airbag lato guida. Sono due i modelli che dovranno tornare in officina ma tutti con oltre 10 anni alle spalle. Ecco i dettagli del problema che sembra avere molte affinità con il richiamo degli airbag Takata.

MODELLI NEL RICHIAMO VOLVO PER AIRBAG DIFETTOSI

Il richiamo Volvo sarebbe collegato alla morte di un automobilista negli USA secondo quanto dichiarato dall’agenzia nazionale per la sicurezza NHTSA. In caso di attivazione dell’airbag, dei frammenti metallici del dispositivo di gonfiaggio possono sporgere o essere lanciati nell’abitacolo, causando potenzialmente lesioni agli occupanti, secondo le informazioni comunicate dall’NHTSA. I modelli coinvolti nel richiamo Volvo sono:

– la S80 nel periodo di produzione dal 2001 al 2006;

– la S60 nel periodo di produzione dal 2001 al 2009;

Ad ogni modo sembra che oltre la metà dei veicoli (circa 259 mila) siano stati venduti negli Stati Uniti d’America. Tramite il numero di telaio VIN si può controllare se l’auto è coinvolta in un richiamo Volvo.

IL DIFETTO AGLI AIRBAG VOLVO NEL RICHIAMO

Il rapporto sulla sicurezza dell’NHTSA spiega che Volvo ha individuato il problema negli airbag esposti a umidità e temperature elevate. In particolari condizioni le pasticche di propellente possono formare dei residui polverosi. “La polvere aumenta la superficie di combustione e quindi la velocità di combustione. Una velocità di combustione più elevata può comportare una pressione della camera di combustione più elevata e il rischio di rottura del gonfiatore”. Da qui la necessità del richiamo Volvo per gli airbag difettosi.

RICHIAMO VOLVO AIRBAG IN BASE AL CLIMA

“Il difetto – afferma l’NHTSA – è stato identificato attraverso i test dei componenti del dispositivo di gonfiaggio prodotti da ZF e l’analisi delle parti danneggiate insieme al produttore del dispositivo di gonfiaggio e l’NHTSA”. Le indagini di Volvo confermano che il difetto è relativo solo all’airbag conducente e che attualmente è noto un singolo incidente in cui la vittima ha perso la vita per cause riconducibili agli airbag difettosi. Come riporta Bloomberg, un portavoce del Costruttore avrebbe confermato che il richiamo Volvo avverrà nei mercati in cui c’è il rischio che si presenti il difetto. Inoltre che il produttore di componenti ZF Friedrichshafen AG ha fornito i gonfiatori, mentre Autoliv Inc. ha fornito il gruppo airbag completo, secondo il portavoce.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Black Friday 2021: gli sconti su accessori auto da non farsi scappare

Offerte auto Black Friday 2021

Offerte auto Black Friday 2021: i migliori sconti

Ritorno in zona gialla del Friuli dal 29 novembre 2021: cosa si può fare