Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Perché il parabrezza si rompe ogni volta che si apre l'airbag? Scopri come è diventato il centro della sicurezza attiva e richiede riparazioni di qualità

25 settembre 2020 - 17:00

Il parabrezza dell’auto si è evoluto tantissimo negli ultimi anni, da semplice protezione per vento e pioggia a pilastro della sicurezza attiva e passiva con sensori e telecamere. Di pari passo è cambiato anche il modo di riparare e sostituire i vetri auto, con l’impiego di sigillante parabrezza auto specifico. Ecco perché è importante e cosa succede in caso d’incidente con un montaggio errato.

SIGILLANTE PARABREZZA AUTO, A COSA SERVE

Cosa è cambiato nel parabrezza delle auto moderne, non sempre salta all’occhio, se l’auto non ha i fari adattivi e la frenata automatica con sensori e telecamere più evidenti nella parte alta del vetro. Infatti raccogliamo spesso i dubbi dei lettori che ci chiedono “Perché se ho tamponato lievemente un’auto l’airbag ha sfondato il parabrezza?” oppure “Non era più facile riparare i vetri quando non si utilizzava il sigillante per parabrezza?”. Da quando il parabrezza non è più “appeso” al telaio dell’auto con una semplice guarnizione di gomma, anche la sostituzione dei vetri è diventata un’operazione più complessa e delicata. Servono attrezzature e competenze specifiche, ma anche prodotti sigillanti di qualità applicati nel modo corretto. Molti automobilisti lo scoprono recandosi in officina per cambiare il parabrezza rotto e ci chiedono “è giusto questo prezzo per smontare il parabrezza solo perché è incollato?”, “non si può incollare con del silicone più facile da rimuovere”? Il video qui sotto mostra chiaramente cosa succede quando non si usa il sigillante adatto nella sostituzione di un parabrezza.

PERCHE’ I VETRI AUTO SONO INCOLLATI AL TELAIO

Forse non tutti sanno che un parabrezza auto “incollato” al telaio, in caso d’incidente contribuisce al 34% della rigidezza della scocca. Ecco perché serve tenere ben saldo all’auto il parabrezza dopo il montaggio o la sostituzione. Una funzione che i comuni sigillanti per vetri a base acetica non possono assolvere Per sostituire o montare un parabrezza auto (o i vetri fissi dei veicoli) si utilizzano sigillanti per vetri con elevato modulo di elasticità. Vuol dire che prima di spezzarsi possono allungarsi anche oltre il 300% in base alla tensione applicata.

SOSTITUIRE IL PARABREZZA NEL MODO GIUSTO

Oltre ai prodotti e agli utensili da specialisti, la sostituzione di un parabrezza richiede anche conoscenze tecniche che non si possono approssimare. Bisogna rispettare attentamente i tempi limite per l’applicazione di eventuale primer e usare solo componenti compatibili tra loro. Ogni auto poi richiede la giusta quantità di sigillante parabrezza che si applica attraverso erogatori per cordone a punta trapezoidale. Un classico puntale (di quelli reperibili nel fai da te) formerebbe un cordone a sezione circolare che durante il fissaggio e la pressione del vetro lascerebbe inglobare aria tra il parabrezza e il cordone. Il rischio d’infiltrazioni di aria o acqua sarebbe molto alto. Anche mettere troppo sigillante per vetri non sarebbe corretto: il parabrezza si troverebbe più esposto e fuori sede, con fastidiosi fruscii soprattutto alle alte velocità.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più

Multa sconto 30%

Notifica multe: come si calcolano i 90 giorni per l’annullamento

Auto nuove in Europa: +1% le immatricolazioni a settembre 2020