Le auto nuove vendute in Europa a marzo sono -37% sul 2019

Le immatricolazioni di auto in Europa a marzo 2022 sono il presagio di una crisi pericolosa: l’analisi del Centro Studi Promotor

20 aprile 2022 - 10:04

Le immatricolazioni di auto nuove in Europa hanno registrato un calo significativo in tutti i 5 maggiori mercati fino al -50% nel trimestre. In media il calo è del -18% rispetto al mese di marzo 2021. Se confrontato con il periodo antecedente alle ultime crisi (Covid + materie prime + energia) sale ad oltre un terzo il delta negativo. Ecco l’analisi anticipata dal Centro Studi Promotor.

IMMATRICOLAZIONI AUTO IN EUROPA DA GENNAIO A MARZO 2022

Tra i primi 5 major market, le immatricolazioni auto nuove in Europa a marzo 2021, sono scese in modo massiccio senza esclusioni, con il risultato dell’ultimo mese del trimestre (marzo) che è peggiore di quello dell’intero trimestre. Sono state registrate in totale nell’Europa occidentale (UE+EFTA+UK) 2.753.256 da gennaio a marzo 2022. Il mese di marzo in particolare è in calo del -18,8% sul 2021 e del -36,4% sul 2019.

IMMATRICOLAZIONI AUTO NEI 5 MAGGIORI MERCATI EUROPEI

Tra i 5 principali mercati, il calo maggiore è della Spagna, ma il saldo è negativo per tutti gli altri mercati di riferimento che coprono circa il 70% delle immatricolazioni di auto nuove in Europa. Il calo più forte nel primo trimestre 2022 rispetto allo stesso periodo del 2019 è in ordine per:

Spagna, -48,1%;

Regno Unito, -40,4%;

Italia, -37,1%;

Francia, -34%;

Germania, -28,9%;

PREVISIONI MERCATO AUTO NUOVE IN EUROPA 2022

Secondo il Centro Studi Promotor proiettando il risultato del primo trimestre sull’intero 2022 si ottiene un volume di immatricolazioni di 10.389.645 unità con un calo di quasi di 5,5 milioni di auto rispetto al 2019. “Si sfiora il livello ottenuto nel 1993 nel pieno di una gravissima crisi economica”, è il resoconto dell’analisi. “Volendo trovare comunque un elemento positivo nell’attuale situazione del mercato dell’auto dell’Europa Occidentale – ha affermato Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor – va segnalato che crescono in molti Paesi dall’area le immatricolazioni di vetture elettriche pure. In Germania per questo tipo di auto nel primo trimestre si registra un incremento del +29%, nel Regno Unito la crescita è addirittura del +78,7%. Ma in Italia vi è però un calo del -14,9% dovuto in larga misura agli incentivi promessi, ma ancora sulla carta”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Euro NCAP: 11 auto a 5 stelle, migliorabili Puma, Touran e 408