Il 29% della produzione mondiale di auto del 2018 è in Cina

La Cina sta costruendo un impero industriale anche attorno alle auto, superando per produzione Europa, USA e Giappone

9 luglio 2019 - 11:23

Nel 2018 sono stati prodotti 98,1 milioni di veicoli a motore in tutto il mondo. L’Europa negli ultimi anni ha ceduto il primato all’avanzata inesorabile della Cina. E’ della Repubblica Popolare Cinese la quota maggiore di veicoli prodotti nel 2018. Un primato conquistato scalfendo la solidità industriale europea che oggi può contare su oltre 300 impianti di produzione e assemblaggio. Ecco quali Paesi producono più veicoli e quante fabbriche di auto, moto, motori e camion sono operative in Europa e in Italia al 2018.

IN QUALI PAESI SI PRODUCONO PIU’ AUTO

Nel 2018, secondo i dati dell’ACEA (Associazione Europea dei Produttori di Automobili), la quota maggiore dei veicoli prodotti è della Cina (29%). La più alta che supera l’Europa (23%), Nord America (18%), Giappone e Corea (14%), India (10%), Messico (4%) e Africa (3%). Ma a parte variazioni marginali, non sempre è stato così. Nel 2003 infatti la Cina (8%) produceva quasi gli stessi volumi di veicoli dell’India (5%) e in seguito alla crisi finanziaria USA si è avvicinata alla produzione di veicoli americana che nel frattempo si contraeva. Nel 2013 la Cina scalza ufficialmente l’Europa dal primo post per produzione di veicoli e a distanza di 5 anni, nel 2018, le quote restano pressocché invariate. Tranne per la Cina che sale dal 26 al 29%.

LA CRESCITA DELLA PRODUZIONE AUTO IN CINA

C’è da sottolineare che, mentre la Cina ha progettato la sua crescita del parco auto, negli ultimi due anni la produzione di veicoli in Europa ha incassato diversi colpi. Il dieselgate più pesante di tutti, che ha generato incertezza di acquisto nei consumatori e per riflesso allo scandalo la Commissione UE ha avviato una vera e propria crociata sulle emissioni. Mettiamoci poi anche il diminuito potere di acquisto delle famiglie e si capisce perché il mercato delle auto usate ha preso il sopravvento. Guardando però al numero di stabilimenti presenti in Europa si capisce quale potenziale rischia di essere eclissato sempre più dalla Cina. In Europa, al 2018, si contano 309 impianti di assemblaggio e produzione di veicoli. 137 di questi impianti producono autovetture, 37 producono veicoli commerciali leggeri, 59 producono veicoli pesanti, 47 producono autobus e 72 producono motori.

LE FABBRICHE DI AUTO IN ITALIA AL NORD

L’Italia nel suo piccolo custodisce un inestimabile patrimonio tecnologico e storico dell’industria dell’automobile, chiaramente legato alla Fiat poi diventata Fiat-Chrysler. A Mirafiori ci sono gli stabilimenti delle Maserati, Fiat e Alfa Romeo. A Grugliasco le Officine Maserati. A Torino Fiat Powertrain Technologies produce motori per Iveco. A Bairo (Torino) c’è la Bluecar (Pininfarina). A Pregnana Milanese si producono motori per FPT. A Brescia si producono mezzi pesanti Magirus destinati ai vigili del fuoco negli stabilimenti Iveco. A Bolzano Iveco produce mezzi speciali per il trasporto leggero destinati ai reparti della Difesa. A Suzzara, sempre Iveco, produce veicoli commerciali leggeri. A Pontedera Piaggio produce veicoli commerciali leggeri. Nella terra dei motori poi sono localizzate le fabbriche FCA a Modena (produzione Alfa e Maserati), Lamborghini (Volkswagen) a Sant’Aganta Bolognese, VM Motori (FCA) a Cento, Pagani a San Cesario sul Panaro, Ferrari a Maranello e Bredamenarinibus a Bologna.

LE FABBRICHE DI AUTO IN ITALIA AL CENTRO-SUD

A Val di Sangro FCA e PSA producono i veicoli commerciali leggeri dei vari brand. A Cassino FCA produce Fiat, Alfa Romeo e Lancia. A Macchia d’Isernia ci sono le fabbriche DR. A Termoli c’è il reparto FPT per Fiat e Alfa Romeo. A Pomigliano d’Arco si produce la Fiat Panda. A Pratola Serra c’è un altro reparto FPT Per Fiat Alfa Romeo e Lancia. A Foggia c’è un’altra sede FPT di FCA e infine Melfi, dove vengono prodotte le Fiat 500X e Jeep Renegade.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto senza assicurazione cosa si rischia

Codice della Strada: la mini riforma slitta al 2020

Black Friday 2019: le offerte FCA durano fino al 2 dicembre

Auto usate certificate: brumbrum apre la prima fabbrica della qualità