Fiat: 4 modelli elettrici in arrivo in Europa entro il 2026

Fiat prepara il lancio di quattro auto elettriche entro il 2026 in Europa con l'obiettivo di rinnovare la sua gamma di modelli

2 maggio 2022 - 17:30

Sono passati poco più di due anni dalla presentazione della Fiat 500 Elettrica, il modello con cui il brand italiano è entrato nel mercato delle auto a zero emissioni, avviando un programma di elettrificazione che coinvolgerà l’intera gamma. Nel frattempo, il gruppo FCA si è fuso con PSA dando vita a Stellantis e portando così tante nuove risorse per lo sviluppo di una gamma moderna per lo storico brand torinese. In questi due anni, Fiat ha gettato le basi per il suo futuro in Europa con un piano che prevede il lancio di almeno quattro modelli elettrici da affiancare alla già citata Fiat 500 Elettrica, progetto che ha una nuova generazione garantita per il 2027.

IL FUTURO DI FIAT IN EUROPA PARTE DALLA SERBIA

Uno degli elementi principali del futuro di Fiat in Europa è appena stato confermato ufficialmente. Stellantis, infatti, ha stretto un accordo con il Governo della Serbia per il rinnovamento dello stabilimento di Kragujevac, sede di produzione della Fiat 500L. Il sito produttivo (di proprietà al 33% della Serbia) si prepara ad un importante programma di rinnovamento che porterà all’avvio della produzione di un nuovo modello elettrico. L’investimento alla base del programma di riconversione del sito è di circa 190 milioni di euro. L’avvio della produzione è programmato per inizio 2024. Successivamente, la nuova linea d’assemblaggio potrebbe essere sfruttata per avviare la produzione di un secondo modello, sfruttando al massimo le sinergie di Stellantis e la condivisione degli investimenti del gruppo tra i vari marchi. Nel frattempo, la prima vettura ad entrare in produzione nel rinnovato stabilimento serbo sarà a marchio Fiat.

LA FIAT PANDA POTREBBE DIVENTARE ELETTRICA

Stellantis, come già fatto con altri investimenti degli ultimi mesi, come quello in arrivo per lo stabilimento italiano di Melfi, sede di produzione di quattro elettriche di segmento C/D, ha scelto di non divulgare da subito i dettagli sul progetto. È altamente probabile che la nuova elettrica pronta ad entrare in produzione a Kragujevac sarà la versione elettrica della Fiat Panda. Il modello dovrebbe presentare dimensioni maggiori dell’attuale Fiat Panda, passando al segmento B. Inizialmente, la nuova elettrica affiancherà la Fiat Panda attuale la cui produzione è confermata fino al 2026 con la variante Hybrid che continua a sostenere le vendite in Italia.

FIAT PUNTA SU DI UNA GAMMA RIDOTTA PER L’EUROPA

I punti fermi per il futuro prossimo di Fiat in Europa sono la Fiat 500 Elettrica e il nuovo modello pronto ad entrare in produzione in Serbia dal 2024. Per il futuro, Fiat intende continuare il suo programma di elettrificazione con una gamma “selezionata”. Le sinergie tra i brand generalisti di Stellantis (oltre Fiat ci sono anche Peugeot, Opel e Citroen) prevedono un focus su specifici segmenti di mercato per ogni marchio. Fiat non andrà, quindi, a completare la gamma proponendo modelli per ogni segmento. La conferma di tale strategia è arrivata alcune settimane fa direttamente dal Global President di Fiat, Olivier Francois, alla guida del brand da oltre dieci anni. Nel corso di un’intervista ad AutoCar, infatti, Francois ha confermato la volontà di arrivare a cinque modelli per la gamma europea Fiat. L’obiettivo è lanciare un modello all’anno fino a completare la gamma. Si partirà nel 2023 con la gamma che sarà completa nel 2026, anno in cui terminerà la produzione dell’attuale Panda. Contestualmente, ci sarà anche il passaggio di consegne tra la 500 Elettrica oggi in produzione e la già confermata nuova generazione.

ALTRI TRE ELETTRICHE PER IL FUTURO EUROPEO DI FIAT

Il futuro di Fiat è, quindi, già delineato ma ancora da ufficializzare. Il marchio non ha ancora chiarito quali saranno i nuovi modelli in arrivo nei prossimi anni. All’appello, per completare la gamma, mancano tre modelli. Uno di questi sarà un B-SUV che entrerà in produzione nello stabilimento polacco di Tychy, attualmente sede di produzione della Fiat 500 e della Lancia Ypsilon. Lo stabilimento potrà contare su di una nuova linea d’assemblaggio dedicata a modelli basati sulla piattaforma CMP (ereditata da Stellantis dal gruppo PSA). Il primo modello ad essere realizzato su questa nuova linea sarà il futuro entry level di Jeep per l’Europa. Nel corso della primavera del 2023, invece, toccherà al nuovo B-SUV di Fiat che dovrebbe essere disponibile sia in versione benzina che in versione elettrica. Il progetto è stato approvato nell’aprile del 2021 ed è molto vicino alla presentazione. Sempre a Tychy, Stellantis realizzerà anche l’Alfa Romeo B-SUV, sempre su base CMP, atteso per il 2024.

GAMMA COMPLETA NEL 2026

Le altre due novità di Fiat arriveranno dopo il 2024 e, per ora, sono tutte ancora da scoprire. L’unico indizio sul futuro è stato fornito direttamente da Francois che ha confermato la volontà di “ritornare nei segmenti più rilevanti” con modelli di segmento B e crossover. Con un lancio all’anno a partire dal 2023, la gamma Fiat dovrebbe essere completa per il 2026. È anche presto per scoprire quali saranno i nuovi modelli previsti per il completamento della gamma Fiat. Potrebbe esserci spazio per un altro modello di segmento B e per uno di segmento C in grado di sostituire l’attuale Fiat Tipo, famiglia di modelli oramai entrata nella parte finale della carriera.

NEL FUTURO DI FIAT CI SONO ANCHE NORD E SUD AMERICA

Tutti questi piani riguardano esclusivamente l’Europa che non rappresenta l’unico mercato di Fiat. Il marchio torinese continua a ricoprire un ruolo di protagonista assoluto in Sud America e, in particolare, in Brasile dove può contare su di una quota di mercato superiore al 20%. Fiat ha recentemente rinnovato la sua gamma sudamericana con il SUV compatto Fiat Pulse e si prepara a lanciare il suo primo Suv Coupé, derivato dalla concept Fiat Fastback. Il futuro sudamericano di Fiat appare quanto mai solido. Tutta da verificare, invece, è la permanenza sul mercato nordamericano. Oggi, infatti, Fiat vende in Nord America la sola 500X registrando volumi di vendita limitatissimi. Lo scorso mese, però, il marchio ha presentato la 500 Elettrica al Salone di New York, aprendo le porte ad un nuovo possibile programma di rilancio sul mercato locale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori