Emissioni motori Porsche: sospette manipolazioni, si indaga Sospette manipolazioni sulle emissioni dei motori Porsche: lo stesso marchio ha avviato un'indagine interna sui propulsori a benzina sviluppati tra il 2008 e il 2013

Emissioni motori Porsche: sospette manipolazioni, si indaga

Sospette manipolazioni sulle emissioni dei motori Porsche: lo stesso marchio ha avviato un'indagine interna sui propulsori a benzina sviluppati tra il 2008 e il 2013

24 Agosto 2020 - 08:08

Non siamo ai livelli del tristemente celebre dieselgate, e probabilmente non ci giungeremo mai. Stavolta, inoltre, l’indagine è partita dalla stessa casa madre che ha subito informato le autorità competenti. Ma la sospetta manipolazione delle emissioni dei motori a benzina Porsche – che, ricordiamolo, fa sempre parte del gruppo Volkswagen – potrebbe riservare risvolti interessanti e va dunque seguita con particolare interesse.

EMISSIONI MOTORI PORSCHE: MANIPOLAZIONI SU 911 E PANAMERA?

La notizia è apparsa sul settimanale tedesco Bild am Sonntag, secondo cui l’indagine interna avviata dal marchio luxury del gruppo VW riguarderebbe i motori sviluppati tra il 2008 e il 2013 destinati soprattutto ai modelli 911 e Panamera. Nel dettaglio a destare sospetti sarebbero presunte modifiche illegali a componenti hardware e software che potrebbero aver interessato il sistema di scarico. Pare che la Porsche abbia già informato della questione la KBA (Kraftfahrt-Bundesamt, l’ente nazionale che rilascia le omologazioni), la procura di Stoccarda e le autorità statunitensi.

PORSCHE: EMISSIONI MOTORI A BENZINA, GIÀ AVVIATA L’INDAGINE INTERNA

Un portavoce del marchio interpellato dal Bild avrebbe affermato che Porsche verifica regolarmente e continuamente gli aspetti tecnici e normativi dei suoi veicoli, e che proprio durante uno di questi controlli di routine sarebbero emerse le anomalie sulle emissioni dei motori a benzina. Nel confermare che la casa automobilistica ha già informato le autorità offrendo la massima collaborazione, il portavoce avrebbe pure aggiunto che le problematiche riscontrate riguardano solo i propulsori realizzati nel periodo 2008/2013 e non quelli attuali. Sembra che nel corso dell’indagine interna stiano già stati esaminati numerosi documenti, compresi i protocolli delle riunioni e centinaia di migliaia di e-mail. E diversi dipendenti sono finiti sotto torchio.

Emissioni motori Porsche manipolazioni

PORSCHE: FATTURATO E VENDITE RECORD NEL 2019, ATTUTITO ANCHE L’EFFETTO COVID-19

Siamo molto curiosi di capire come evolverà la vicenda delle sospette manipolazioni sulle emissioni dei motori Porsche, dato che a breve sono attese ulteriori novità. Nel frattempo il marchio può ‘consolarsi’ con un aumento del fatturato che nel 2019 (quindi in epoca pre-Covid) ha raggiunto il +11% per complessivi 28,5 miliardi di euro, mentre le vendite sono cresciute del +10%, percentuale che equivale a circa 280.800 nuove immatricolazioni. Ma non solo: il solo avvio della produzione del modello elettrico Taycan ha creato ulteriori 2.000 posti di lavoro. Inoltre nel primo trimestre 2020 Porsche ha limitato la flessione dovuta al Coronavirus al 5%, mentre quasi nessun altro concorrente è rimasto sotto il 20% di perdite in termini di vendite. Anzi, in Europa è riuscita perfino a progredire del +25,8% nonostante il lockdown.

Sicurauto Whatsapp Channel
Resta sempre aggiornato su tutte le novità automotive e aftermarket

Iscriviti gratis al nostro canale whatsapp cliccando qui o inquadrando il QR Code

Commenta con la tua opinione

X