Coronavirus autostrade gratis

Coronavirus: autostrade gratis per il personale sanitario

Epidemia da Coronavirus: autostrade gratis per il personale sanitario su tutti i tratti gestiti da ASPI fino al termine dell'emergenza

3 aprile 2020 - 12:34

Autostrade gratis per il personale sanitario impegnato nella lotta al Coronavirus. È quanto ha disposto, a partire dal 2 aprile 2020, il gruppo Autostrade per l’Italia d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e in coordinamento con Aiscat (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori). L’esenzione del pedaggio, già in essere per ambulanze, viene inoltre estesa a tutti i mezzi delle associazioni di volontariato nell’ambito sanitario per motivi di servizio legati all’emergenza Covid-19.

CORONAVIRUS: AUTOSTRADE GRATIS SUI TRATTI GESTITI DA ASPI

In particolare l’esenzione del pagamento del pedaggio, valida anche nel percorso casa-lavoro, è valida su tutta la rete autostradale gestita da ASPI e resterà in vigore fino al termine del periodo di emergenza. Per richiederla è sufficiente che il personale medico-sanitario interessato invii un modulo di autocertificazione all’indirizzo mail agevolazionecovid19@aiscat.it. Chi possiede il Telepass non subirà addebiti (o saranno successivamente stornati) per i transiti oggetto di esenzione. Gli operatori sanitari senza Telepass potranno invece dichiarare al casello di essere in viaggio per prestare servizio relativamente all’emergenza Coronavirus, ricevendo un rapporto di mancato pagamento da inviare allo stesso indirizzo email, unitamente al modulo di autocertificazione.

AUTOSTRADE GRATIS PER GLI OPERATORI SANITARI: ALTRE AGEVOLAZIONI

Sempre a partire dal 2 aprile 2020 sono aumentate le esenzioni per le ambulanze: Autostrade per l’Italia ha deciso infatti il libero transito per i tragitti collegati al Coronavirus. Come anticipato all’inizio, le medesime agevolazioni si applicano adesso anche ai mezzi delle associazioni di volontariato di ambito sanitario che prestano servizio per il Covid-19. Pure in questo caso, le associazioni interessate dovranno inviare ad Aiscat l’autocertificazione comprovante il fatto che il viaggio è legato a motivi relativi all’attuale emergenza. I moduli per l’attivazione delle esenzioni si possono scaricare sul portale di ASPI. Click sulla seguente immagine per visualizzare tutte le arterie autostradali in concessione ad Autostrade per l’Italia (da Wikipedia).

CORONAVIRUS: ALTRE AUTOSTRADE GRATIS

Altri gestori autostradali hanno adottato analoghe iniziative. Il Consorzio Autostrade Siciliane, che gestisce l’A20 Messina-Palermo e l’A18 Messina-Catania + il tratto Siracusa-Gela, ha già previsto da fine marzo l’esenzione del pagamento del pedaggio autostradale per il personale sanitario e socio-sanitario (esenzione successivamente estesa a tutti gli automobilisti). Stessa cosa sulle autostrade A24 e A25 gestite dalla società Strada dei Parchi: esenzione totale del pedaggio per medici, infermieri, operatori sanitari e volontari impegnati nell’emergenza Covid-19 nelle tratte Roma Est – Teramo (e ritorno), Roma Est – Pescara Villanova (e ritorno) e Teramo – Pescara Villanova (e ritorno). E per finire c’è l’esenzione del pedaggio per il personale sanitario anche sulle arterie dell’Autostrada dei Fiori: A6 Torino-Savona e A10 Savona-Ventimiglia (maggiori informazioni qui); e su quelle della Milano Serravalle (A7 Milano-Serravalle e tangenziali A50, A51, A52, A53 e A54).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidente con patente scaduta

Incidente con patente scaduta: si può chiedere il risarcimento?

Come verificare il livello di usura del battistrada degli pneumatici

Dita chiuse nella portiera dell'auto

Dita chiuse nella portiera dell’auto: chi paga i danni?